GUIDA AL SETUP DI GILMOUR

Questa guida vuole essere d’aiuto per tutti coloro che volendo ricreare il sound che David ha utilizzato in un’album, in un tour o in una specifica canzone, sono alla ricerca dei setting precisi di ogni effetto usato da Gilmour.

La guida è un lavoro in continua evoluzione ed in continuo aggiornamento.

 

67 comments

  1. ciao giampaolo. appena puoi inserisci i setup di wish you where here e the wall

  2. Ciao Giampa,sono nuovo dell’ambiente.Ho trovato interessanti i vari suggerimenti per cercare di somigliare al grande David.Io possiedo una stratocaster american con un ampli fender rock pro 70e come effettistica ho da non molto,una pedaliera boss gt8.Secondo te,riuscirei ad ottenere qualcosina di simpatico?

  3. renato pezzano

    ehm…volevo segnalare che in wish you were here si scrive were…non where…were significa fossi, where significa dove…
    un refuso…
    ciao

    • Giampaolo

      Brutto errore… mi scuso!
      Prometto che sapevo come è scritto… ma, nel mio caso, le dita sulla tastiera non sempre rispondono a pieno al cervello… e spesso trovo scritte cose inenarrabili.

      Grazie della segnalazione.

  4. ciao giampaolo, sono sobbalzato dalla sedia stasera quando mi sono ritrovato davanti questa recensione

    laster.it/recensioni-libri/david-gilmour-my-complete-gear-anteprima.html

    se non è una bufala sicuramente farà parte della mia collezione.
    (parlo di bufala perchè sul sito di david non mi sembra ci sia qualche accenno alla faccenda).

    logicamente se il link esterno non è permesso oppure se questo post dovrebbe essere pubblicato da qualche altra parte all’interno del tuo forum spostalo come meglio credi (ubi maior minor cessat).

    nel frattempo comunico che ho iniziato le preparazioni dei pcb ed ordinato i componenti per iniziare la pedaliera.

    p.s. giampaolo…dovremmo parlare un attimo di valvole, del hywatt103 e come ridurlo, del bk tube….di 3dpt…dovremmo parlare di un sacco di cose insomma…:-))))).
    skerzo, cercherò di arrangiarmi nella maniera migliore possibile. se dovessi trovarmi in qualke situazione un pò scomoda da cui non riesco a venire fuori farò qualche domanda a te e agli amici del forum.

    saluti a tutti.

    • Giampaolo

      Ciao narco,
      si in effetti è un po strano un libro del genere… io provo a fare qualche “ricerca” per sentire cosa ne sanno gli “altri”…
      …ma ho la sensazione che si tratti di una bufala.

      Riguardo alla tua pedaliera… per qualsiasi cosa sono qui (se ti può servire)… e ovviamente Buona costruzione!
      Il BK si fa tranquillamente… tra l’altro io mi sto togliendo i due che avevo preparato per la pedalboard di riserva: uno l’ho già dato via, l’altro è nel mercatino del blog.

  5. salve a tutti.
    volevo chiedervi un consiglio:
    io ho un CS-3 boss come compressore ma solo ora mi sto accorgendo che è un po troppo plasticoso come compressore benchè gli abbia fatto una montagna di modifiche (quello originale fa veramente schifo). dunque visto che ho un po di manualità su tonepad ho trovato gli schemi del dynacomp MXR, del Ross compressor e del CP-9 Ibanez. se doveste sciegliere tra uno di questi 3 cosa sciegliereste?

    grazie mille!

    • Dynacomp! -che io ho moddato da Monteallum-

      però il CS3 stock a me sinceramente piace..non per fare Gilmour ma altro a me piace un sacco

      • wow. grazie mille! allora 1 voto per MXR Dynacomp.
        beh se devo essere sincero io l’ho trovato troppo plasticoso all’inizio e mi snaturava le note.è stato il mio primo compressore (usato e aquistato per 40€ in ottime condizioni estetiche e circuitali a parte un potenziometro crepatoche però non da problemi per fortuna). poi gli ho cambiato e aggiunto qualche componente (con 12,50€) ed è migliorato di molto ma rimane ancora molto suono sintetico. però devo dire che ora con il CS-3 shine on you crazy diamond e coming back to life vengono fuori abbastanza decentemente con un suono simil PULSE, ovviamente aggiungendo altri effetti. invece per altre canzoni si sente proprio che non va bene. per esempio per l’assolo di another brick in the wall non va assolutamente bene. fa un po schifo. ma magari è solo un mio parere.

    • Giampaolo

      Sono tre ottimi compressori, con caratteristiche differenti… io fossi in te considererei anche il Demeter Compulator, si trovano gli schemi ed è piuttosto “semplice” da realizzare… ed il sound è veramente corposo.

      • grazie mille!
        hmm… lo terrò in considerazione. spero che sia semplice come gli altri perchè ho sentito che è un compressore ottico e non vorrei incapparmi in qualcosa di troppo complicato.
        ma per caso hai trovato già lo schema? se si dove posso trovarlo?

        • Giampaolo

          Si è un compressore ottico, ma considera che ormai tutta la parte dell’LDR si trova già realizzata, quindi in realtà è come montare un normale circuito.
          In giro nei forum di DIY si trova il progetto completo del compulator.

          • grazie mille… bene allora lo prenderò molto in considerazione questo compressore.
            solo che ho cercato ma non c’è lo schema…
            tu in che forum l’hai trovato?

  6. ciao giampaolo!scusa forse vado fuori tema m tu cosa ne pensi dei pedali behringer?

    • Giampaolo

      Ciao Salvatore,
      mi è capitato qualche volta di parlare dei pedali cosiddetti di seconda fascia, come i behringer, per sottolineare come (a volte) questi pedali abbiano poco da invidiare ai loro cugini più blasonati.

      Uno degli esempi più classici riguarda l’equalizzatore a sette bande, che per BOSS si chiama GE-7 mentre per Behringer si chiama Eq700: ebbene questi due pedali partono da uno schema elettrico molto simile (tanto che in passato ci sono state anche delle dispute legali tra i due marchi, con Boss che incolpava Behringer di aver copiato)… la differenza la fanno poi in alcuni casi la qualità dei componenti, ma questo succede sono con i circuiti più complessi in cui entrano in gioco integrati, componenti discreti e semiconduttori… mentre quasi sempre c’e’ da registrate una qualità costruttiva del pedale nettamente inferiore per quanto riguarda i Behringer (pedale in plastica, manopole, potenziometri di basso livello).

      Insomma… da un punto di vista concettuale, di elaborazione del segnale, i pedali di fascia inferiore non avrebbero molto da invidiare a quelli di fascia superiore… i problemi però poi (spesso) si presentano a causa dei materiali usati nella costruzione del pedale stesso.
      Ovvio che nel caso di necessità “low budget” posso essere una valida “alternativa” ai pedali più costosi.

      P.S.
      Va detto che ci sono anche pedali molto ben realizzati e con un sound di tutto rispetto… a prezzi molto onesti: tanto per fare qualche diciamo gli Ibanez (uno su tutti de7), Danelectro e molti altri.

  7. grazie per la risposta… te l’ho chiesto perchè ho acquistato un dd600 della behringer,buon pedale da solo, ma appena lo inserisco nella catena, mi taglia il suono riducendo il segnale in uscita.. per il resto ho altri effetti di questa marca e non sono male, anzi avendo anche i boss non ho trovato sostanziali differenze se non appunto come dici tu di carattere costruttivo… tanto per citarne uno, sul phaser di questa marca, la manopola del potenziometro che regola l’effetto è un po ballerina, ma se non ci cammini sopra fa il suo sporco lavoro…

  8. Se dovessi dire tutto per l’entusiasmo che mi ha dato scoprire questa parte del sito, sicuramente la lunghezza del messaggio sarebbe tale che non sarebbe pubblicabile.
    Non sono un professionista e nemmeno un bravissimo chitarrista, ma a 50 anni mi sto divertendo un mondo a suonare con la mia Fender Mexico Classic Player ’50 e un Digitech GSP1101 attacato al pc, dato che non mi posso permettere di meglio almeno per ora.
    In particolare grazie a questa parte del sito sto passando molto tempo a cercare di emulare i suoni mettendo in catena e settando i vari effetti partendo dalle indicazioni indispensabili contenute qui .
    E se nonostante gli scarsi e inadatti mezzi il risultato è , per me , soddisfacente , il merito è di questo sito.
    Che dire ancora ringrazio ancora Paolo e gli altri autoti e collaboratori del blog per la loro opera.
    Guido

    • Giampaolo

      Grazie Guido… fa sempre piacere leggere commenti come il tuo… danno l’entusiasmo per proseguire.

      Purtroppo non ho altri collaboratori con i quali dividere i complimenti, dato che per ora rimango l’autore unico del blog…
      …la speranza è che prima o poi, qualche amico si proponga per dare una mano, magari contribuendo con articoli, recensioni e quant’altro.

      Grazie!!!
      Giampaolo

  9. IN questo caso io propongo :SANTO SUBITO !!!
    Guido

  10. Salve giampaolo
    salve anche a tutti i lettori
    sapreste dirmi quale effetto (e magari anche la marca) usa gilmour sulle 4 note di assolo di Shine nella parte iniziale a circa 1:30 min?
    Dovrebbe essere un phaser?
    sapresti dirmi quale.
    ciao grazie

  11. ciao giampaolo! ho viste le pedaliere che hai costruito e volevo farti i complimenti! Ne costruirai una simile e la venderai?
    grazie pietro

  12. se mai ne dovessi fare una, PER FAVORE dimmelo! pagherei qualsiasi prezzo per averne una!

  13. ciao giampaolo,
    l’altro giorno ho provato l’univibe della dunlop; lo ho regolato come tu hai detto e ho provato a fare time, ma a quanto pare non usa l’univibe: non ha nulla a che fare con gilmour il suono, sembra ke usa + un delay

    • Giampaolo

      Ovviamente, come ho scritto, non usa solo l’univibe.

      Stratocaster > Colorsound > Uni Vibe > Binson Echorec
      Stratocaster > Fuzz Face > Colorsound > Uni Vibe > Binson Echorec (solo)

      Il Binson Echorec è settato a 310ms

      Puoi anche usare lo stesso setup senza univibe… l’effetto non cambia molto.

      Nell’album The Dark Side Of The Moon c’e’ stata molta sperimentazione sonora prima, durante e dopo la registrazione dell’album; nella preparazione dell’album David ha sempre usato l’univibe, mentre nei live dopo la registrazione non lo ha più usato (togliendolo dal setup).
      Saltuariamente (ancora oggi) viene usato solo in alcuni casi particolari.

      Sostanzialmente i setup rimangono gli stessi con colorsound, fuzz face ed echorec… e in alcuni casi viene aggiunto l’univibe.

    • Giampaolo

      Aggiungo che c’e’ da considerare anche che molte volte l’univibe è stato aggiunto nelle performance live, proprio per simulare il sistema Leslie che era stato usato in studio.

  14. e al posto del echorec ceh cosa si puo adoperare di + economico?

  15. grazie mille giampaolo!

  16. Ho sentito un recente concerto tributo ai Pink Floyd ed ho notato che il chitarrista usava un Boss BD-2 come Booster,un pò ad emulare il Tube Driver o il Power Boost di Gilmour…
    è davvero possibile utilizzare il BD-2 come fosse un Power Boost?

    No perchè se così fosse corro subito a comprarmi il Behringer PO3 che dicono abbia lo stesso circuito del BD-2,per quella cifra potrei anche rischiare

    Fatemi sapere,Grazie a tutti!

  17. Ciao Giampaolo
    ti chiedo la cortesia di approfondire ulteriormente il Proco Rat II.
    Ti spiego: mi sono molto appassionato al sound di zio David in live at Gdansk in particolar modo a Great day for freedom.
    Adoro il suono del solo di quella canzone.
    Puoi darmi qulche delucidazione in più circa tipo di proco rat e dei settaggi.

    Grazie

    Ciao

  18. Ciao Giampaolo.
    Da tempo cerco un compressore valido, perchè ho avuto un CS3 della Boss ma aveva la funzione di limiter che non mi piaceva e smorzava troppo il tocco: il suono non cambiava suonando sia piano che forte.
    Ora ho deciso di acquistare un CS2, il quale non ha la funzione di limiter, credo.
    Lo trovi un buon pedale?
    Grazie mille per l’attenzione e complimenti per il sito!

  19. Possiedo un CS-2 da vent’anni e penso che non lo lascerò mai. E’ un compressore “morbido” e non invadente, se usato con settaggi non estremi, nel senso che quando c’è lo senti ma non disturba…

    Io approfondirei il discorso del limiter; è un grande effetto per i suoni clean. Se usato bene, migliora la dinamica e non la mortifica, certo ci vuole tempo e voglia…
    Attenzione, a me “piace” sperimentare, perciò ti consiglio addirittura di provare un compressore all’inizio della catena effetti ed un limiter post preamplificatore… e provare a suonare Coming back to life… anche senza gli EMG ci arrivi proprio vicino!

    Saluti

  20. Ok, grazie mille per i consigli!

  21. @Luca 73
    Ho acquistato un Rat II la scorsa settimana e mi piace davvero molto. Poco rumoroso, suona bene sia con i single coil, sia con gli humbuckers. Consiglio di settare tutti i pot tra ore 1 ed ore 3, (qui comunque va a gusti…soprattutto per il filter), ho provato a “scaldarlo” un po’ col TS-9 (in catena prima del Rat, Drive e Level ore 12-1, Tone ore 1-2) e devo dire che mi ha meravigliato…ora proverò ad inserire il TS-9 dopo il Rat…
    Avevo anche il Turbo Rat, ma mi sembrava troppo aggressivo.
    Insomma, per quello che può valere un parere, me lo metterei in casa senza esitazione.
    Saluti

  22. ciao giampaolo

    non è che potresti preparare una guida riguardo il concerto tenutosi per il cinquantesimo anno della Fender??

  23. Ciao Giampaolo,
    volevo chiederti se il buon vecchio zio Dave usa o ha mai usato il WAMMY della Digiteches la tua risposta sarà molto preziosa per un’eventuale acquisto.
    Ciao e grazie Ripi.

  24. ciao giampaolo, ho lasciato da poco la pedaliera multieffetti zoom per inoltrarmi nel mondo dei pedali singoli, ho già un overdrive od3, un compression cs3 e un wha cry baby, adesso vorrei cominciare a dare un’identità ai miei assoli, cosa mi consigli come prox passo?

  25. Ciao Giampaolo, ho bisogno di un consiglio. E’ mia intenzione aggiungere al mio set up il pro co rat, ma non mi è chiaro qual’è la versione più adatta……. se il il pro co rat 2 con il chip LM308 o l’ultima versione…o ancora il vintage? Spero in una tua risposta a presto e grazie….

  26. Ciao a tutti i gilmouriani….
    qualcuno saprebbe dirmi qual’è la catena effetti per Raise my rent ??? grazie mille

  27. Ciao Giampaolo
    Ottimo lavoro, complimenti veramente per il blog da cui si può ricavare info preziosissime!
    Ho visto che sopra hai indicato come valido sostituto del Binson Echorec l’Ibanez De7.
    Ma non è digitale? E pedali come EHX Memory Boy o MXR Carbon Copy vanno bene?

    • Giampaolo

      Diciamo che il DE-7 è un validissimo delay (digitale) con simulazione echo veramente di grande livello…
      …oltretutto ad un costo molto molto “onesto”.

      Il carbon copy è un gran bel pedale… personalmente lo reputo superiore all’EHX.

      • Effettivamente a sentire i video mi sembra più caldo ed espressivo…
        Comunque se ho il budget mi consigli il carbon copy o comunque il de7?

        • Giampaolo

          Il Carbon Copy è un gran bel pedale… ma anche il de-7 se la cava alla grande… se hai modo provali entrambi, è il modo migliore per capire cosa è più vicino alle tue esigenze.

          (Io il de-7 lo uso sempre… anzi ne ho un paio!)

  28. Ciao ragazzi, ho messo in fila questi effetti, in ordine: MXR Dynacomp, Fuzz Face Germanium, EH BigMuff (quello moderno), Colorsound Powerboost, Danelectro Chicken Salad, EH Deluxe Electric Mistress, Boss DD-20, collegati a una pedaliera Zoom G9.2tt (per noise reduction e reverb) ed infine ampli Fender FM210R in send return. Il suono era veramente brutto, troppo saturo ma comunque sottile. Non c’è modo di regolare il BigMuff perchè non sia troppo alto rispetto al volume generale degli altri effetti e non tiri fuori un suono schifoso (zanzaroso e comunque inudibile). In send return il suono era chiuso e cupo, in diretto molto meglio e potevo usare anche il clean! Il Dynacomp non fa altro che alzare o abbassare il volume, stessa cosa il powerboost (peraltro è impossibile usarli insieme, alzano il volume a livelli fastidiosi lasciando intatto il suono) ed inoltre ogni volta che accendo o spengo un pedale si sente una “botta” notevole… Stesso effetto se escludo la Zoom sia in bypass che fisicamente, nonchè mettendo i volumi al minimo inclusa la chitarra. Ma dove sbaglio? Sarà l’ampli che fa schifo? Se si, con che lo cambio?

  29. Ciao a tutti sono un nuovo utente di questo fantastico forum!
    Ho tristemente letto “pessime” cose sul BOSS CS-3 putroppo “troppo tardi” ovvero dopo averlo acquistato.
    La scelta è stata pressochè obbligata visto che ho dovuto disdire un pedale in arrivo avendo di esso letto cose oscene benche i suoi “nonni” fossero dei miti e mi riferisco al BIG MUFF PI, e l’unico compressore che avesse un prezzo ad esso analogo era appunto il CS-3.
    Peccato avrei preferito l’MXR Dynacomp o ancor meglio il DEMETER COMPULATOR anche se onestamente ha un prezzo un pò altino…

    Non nego che il mio intento sarebbe quello di avvicinarmi ai suoni PINKFLOYDIANI (chi non ci prova una volta nella vita) e dopo aver acquistato l’electric mistress e il Nova Delay, non che un BIG MUFF CLONE della T-PEDALS (che mi dicono essere praticamente uguale al RAM’S HEAD della EH), volvevo battere sui puliti con un buon compressore ma “a questo punto mi domando” posso farlo con il CS-3 o è meglio impacchettarlo, venderlo al miglior offerente e cambiare pedale?
    E’ davvero così pessimo?… e cosi diverso dal CS-2?

    Attendo nuove… ringraziando tutta la comunità ma soprattutto Giampaolo.

    Simone

  30. E già che ci sono chiedo consiglio su un overdrive, visto che mi sarà impossibile prendere un TUBE DRIVER…

    Cosa ne pensate di queste scelte?

    MASOTTI BOX OD
    OCD FULLTONE
    IBANEZ TS-9

    Il primo è forse quello che mi convince di più anche per la sua versatilità…

  31. Ciao Simone, se può esserti d’aiuto io sono un felice possessore dell’OCD, che uso spesso come booster dopo un big muff Sovtek. Ne sono molto soddisfatto. Per tua info, Ho anche un dynacomp, anch’esso molto valido, magari scurisce un pó, ma se non esageri con i settaggi ed ti aiuti con l’equalizzazione vai tranquillo. Chiaro che prima di tutto ci vuole un buon amplia di base. A casa con il mio blues junior sono contentissimo, ma anche in sala con un valvestate vado alla grande!

  32. Grazie mille Fabrizio, in effetti ho sentito l’OCD più volte e lo ritengo davvero valido. Penso faccia al caso mio.
    Peccato per il CS-3 sembra davvero che non diano possibilità… Su internet è quasi sempre sconsigliato se non addirittura denigrato… Tu che ne pensi?

    Grazie ancora

    • Non conosco il CS-3,ma ricordo di aver letto pareri contrastanti. Comunque credo che prima di scartarlo definitivamente vada esplorato bene; probabilmente con un pó di pazienza dovresti riuscire a tirarci fuori il sound che cerchi, essendo più regolabile del Dunlop. Io, dopo varie sperimentazioni, Ho deciso di orientarmi Su pedali semplici e piccoli, e finalmente Ho raggiunto un set up che mi entusiasma e abbastanza fedele all’originale. Pedali con troppe regolazioni mi disorientano e mi fanno perdere troppo tempo. A dirla tutta poi, mia personalissima opinione, c’é solo un pedale Boss che mi é piaciuto, il Blues driver; gli altri, stanno bene nei negozi.

  33. Ho provato e riprovato a settare il CS-3 ma non ne voleva proprio sapere di suonare bene! Alla fine sono andato in negozio con l’oggetto in questione impacchettato come nuovo e ho acquistato qualcosa di diverso: T-REX DR. SWAMP!!!
    È un pedale a mio avviso fantastico, ha un doppio canale che permette di essere utilizzato sia come booster per i suoni clean, sia come overdrive/distorsion fino al fuzz spingendo con il gain!
    Che ne pensate di questo oggettino?
    Settandolo

  34. ciao giampaolo io mi sono costruito un hiwatt 50 custom e uso una cassa di un ampli marshall…quali canali potrei ponticellare insieme dei 2 normal e 2 brillant???poi ho questi pedali: cs-3, big muff NYC, turbo rat, ts9 ibanez, ch-1 e un dd-7 come sono x ottenere un buon suon alla gilmour???e in k ordine posso metterli???un buon sound mi esce se metto il cs-3 dopo il muff…poi ho un fbm della boss lo posso usare cm equalizzatore dopo il muff???

  35. Forse non è la sezione giusta ma dove posso trovare le basi mp3 delle musiche dei pink floyd su cui posso suonarci sopra un’assolo di chitarra?
    ho già provato su emule ma non sempre mi riesce a trovare qualcosa? in questo momente ad esempio, mi piacerebbe trovare la base di “Dogs” ma finora niente da fare.
    Mi aiutate?

  36. ciao gianpaolo volevo chiedere a tutti voi quale pedale oggi è degno di sostituire il grande Univox Uni Vibe che oggi è impossibile trovare e poi per quello che costa è impossibile reperirlo?un pedale univibe eccellente che potrebbe sostituire quello di gilmour ????

  37. In questo blog non vedo una sezione dedicata ai delay… Fulcro del sound glamour …perché’?
    Forse io non l’ho vista?
    Comunque bello tutto ciao

    • Giampaolo

      Ciao Steve,
      si parla di Delay nelle pagine dedicate al setup di Gilmour e ci sono vari articoli/recensioni su vari tipi di delay.
      Non c’e’ però una sezione ad hoc… effettivamente.

      Quindi raccolgo la tua segnalazione e mi metto subito a lavoro per colmare la lacuna.

      Grazie!

  38. Ciao Giampaolo,
    chi l’avrebbe mai detto che solo alla veneranda età di 42 anni, avessi scoperto l’amore per i pink floyd…..è proprio vero che non si finisce mai di imparare. Quindi, da bravo chitarraio, come mio solito mi sono buttato anima e corpo nello studio di qualsiasi pubblicazione, video, intervista che parlasse del set up del Mitico David. E mi imbatto, tra gli altri, nel tuo sito. BUM! Grandioso. Grazie per condividere il tuo lavoro e le tue passioni con tutti noi. Massimo Rispetto, e quoto Guido_59: SANTO SUBITO !!!
    E ora avrei una domanda per te: sto pensando di acquistare un ibanez ts10 per boostare un OCD Fulltone, del quale sono un sempre più felice possessore – grande pedalino, moolto versatile -, e vorrei conoscere la tua opinione a proposito delle due versioni “stock” dei ts10, quella made in japan e quella made in taiwan; so che la differenza sta nell’impiego del chip op amp – la versione Jap sembrerebbe essere migliore ovviamente di quella taiw – ma non so se le cose siano effettivamente così o si tratta del solito snobismo di rete per la pedaleria non made in USA,non made in Japan,etc….dico questo perchè ho toccato con mano (anzi con i piedi), che le cose non stanno sempre così, avendo avuto la possibilità di testare due Boss CE2, uno Jap e l’altro Taiw e trovarli assolutamente identici. D’altra parte paragonare la qualità delle produzioni odierne dei Muff, rispetto a quelle anni ’70 è improponibile. Ti prego, dimmi la tua opinione in proposito; qualsiasi consiglio, anche dagli altri frequentatori del blog sarebbe molto ben gradito. caffè pagato dalle mie parti.
    Scusami per essermi dilungato troppo, ma il dono della sintesi non è mai stato collocato sotto il mio albero di Natale, ciao e complimenti per tutto .
    @ massimo: secondo me il pedale in questione è il fulltone Mini Deja Vibe, ottimo, veramente ottimo
    ciao a risentirci alla prossima

  39. Ciao Giampaolo complimenti per il bellissimo sito
    Vorei sapere che effetti usa Gilmour per la ritmica di Atom Heart Mother e i settaggi

    Grazie Ciao Marco

    • Giampaolo

      Ciao Marco.
      grazie per i complimenti.

      Per Atom Heart Mother nella ritmica del disco il suono era praticamente pulito, con una leggera equalizzazione fatta direttamente nel banco.
      Nei live successivi a volte teneva acceso il fuzz, in configurazione overdirve.

  40. Simone Caldato

    Salve scusa il disturbo, cosa mi consigli x suonare stile Gilmour? Mi Spiego meglio ampli ho un roland gx20 e un the twin 100w valvolare manettini rossi x capirci e una strato! x gli effetti cosa mi consigli? pedalini o una pedaliera multi effetti? modelli? grazie!

Rispondi a pietro Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *