Aggiornamento setup 2023

Nuovo aggiornamento Pedalboard e setup completo

Dopo l’aggiornamento di qualche mese fa, di cui vi avevo parlato nel mio ultimo post qui sul blog, ho deciso di modificare ulteriormente la mia pedalboard per ottimizzarla nell’uso con tutto il nuovo setup.

Questo nuovo aggiornamento ha riguardato la sezione di uscita del segnale.

Di seguito vi riporto la nuova catena effetti della pedalboard e poi le info sul setup completo… che dovrebbe essere definitivo! (almeno per ora! 🙂 )

Pedalboard

Questa è la catena effetti attuale DOPO quest’ultimo aggiornamento.

Aggiornamento Setup

Rispetto l’aggiornamento di Febbraio 2023 le modifiche sono tutte nella sezione di uscita.
De seguito una sintesi di tutta la catena effetti.
L’ingresso va diretto su un buffer e da qui il segnale viene inviato sia all’uscita dedicata per il tuner sia verso il compulator (compressore).
A seguire il primo loop S/R #1 dove solitamente collego il Whammy oppure Muff/distorsori aggiuntivi.

Il ritorno dal S/R #1 entra nella sezione distorsioni in cui c’è un Muff Ram’s Head ’73 (con alcune modifiche personali) ed un clone G2 (muff al germanio di Pete Cornish) da qui si passa alla sezione drive con due BK Tube Driver con valvola 12AU7 (Telefunken).
Entrambe i blocchi (distorsioni e drive) hanno due footswitch dedicati, uno per accendere o spegnere l’effetto ed uno per scegliere quale usare: G2/S1 per il muff, T1/T2 per il drive.
I due blocchi, poi, sono interscambiabili, ovvero si può usare la configurazione MUFF>DRIVE oppure DRIVE>MUFF.

In uscita dalla sezione di dinamica si passa nel primo equalizzatore GE-7 (con enfatizzazione delle frequenze medio-basse) a seguire c’è l’UNIVIBE e poi il secondo equalizzatore GE-7 (con enfatizzazione delle medio-alte).
Il vibe è tra i due equalizzatori perchè tipicamente tende a scurire il suono, così è possibile usare gli equalizzatori per ridefinire meglio le frequenze medio alte.

Si passa poi nel secondo loop S/R #2 dove solitamente collego il pedale volume e da qui si torna nella sezione modulazioni con, in sequenza, Chorus CE-2, Flanger Electric Mistress, Phaser Phase 90.
Sia il CE2 sia il Mistress sono stati modificati con l’aggiunta del pot MIX per gestire il blend DRY/WET e poter meglio gestire i due effetti.
Il Phaser non ha il pot mix perchè è già la versione modificata con regolazione Depth che sostanzialmente lavora quasi come un mix.

L’uscita della sezione modulazioni va nel mixer di linea custom usato per miscelare il segnale pulito DRY e i segnali WET dei vari echo e delay.
Il terzo loop S/R #3 è dedicato esclusivamente all’uso di un echo/delay esterno (solo segnale WET) che viene miscelato con gli altri echo e delay presenti in pedalboard ed ha una sua regolazione di mix dedicata.
Gli altri due segnali WET inviati al mixer provengono da un Ibanez DE-7 modificato ed utilizzato in modalitĂ  Echo e da un TC Electronic The Propeth modificato ed utilizzato come Digital Delay.

Da qui in poi si sono concentrate le modifiche di quest’ultimo aggiornamento.

L’uscita del mixer va verso due buffer (usati come Line Driver) e da qui verso OUT#1 e OUT#2 che sono due uscite gemelle, sostanzialmente quindi una configurazione dual mono.

Sull’uscita OUT#2 è possibile attivare (attraverso uno switch dedicato sul retro della pedalboard) un chorus CE-2 modificato con mix mod.

In questo modo le due uscite possono lavorare in due modalitĂ :
– DUAL MONO in cui le due uscite hanno lo stesso segnale.
– DUAL MONO + CHORUS in cui su una sola delle due uscite (normalmente quella usata per la cassa di sinistra) è presente un chorus.

Aggiornamento Setup

Come sempre ci sono poi alcuni effetti (fuori pedalboard) che a seconda delle esigenze uso nei vari loop effetti:
– Tuner
Fuzz custom (bc109)
– Wah Wah Reverse Mod
– Vibe speed remote control
– Whammy
– Volume Pedal
– Pompeii PE603
– Echoltd 2°
– Pompeii T1
– Echofet Baby

Amp & Cabs

Come detto le modifiche alla pedalboard sono state realizzate per ottimizzarne l’uso con il nuovo setup che è così composto.

Aggiornamento Setup

Le due testate sono la mia fedele HIWATT CUSTOM 50 ed una testata custom realizzata partendo da un amp a mosfet 50w a cui è stato modificato il tonestack in versione HIWATT.

Le due casse (custom) sono 2×12 closed back con coni FANE: F70+A60 su CAB#1 e F90+A90 su CAB#2

Questo quindi il setup completo che utilizzo soprattutto con la mia band tributo Pink Floyd.

Aggiornamento Setup

Articolo precedenteAggiornamento Pedalboard 2023

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui