CONCORSO “VINCI LA TUA TRACOLLA GILMOUR REPLICA”

CONCORSO GILMOUR STRAPS

Dopo averla ammirata e desiderata, ecco finalmente una possibilità concreta di avere la TUA TRACOLLA GILMOUR REPLICA.

Il premio
Al vincitore del concorso andrà una tracolla replica della celebre tracolla di Gilmour, realizzata da Martin Pryce un artigiano inglese che realizza tracolle in modo professionale e tra i suoi clienti oltre a Robert Plant, Angus Young, Phil Manzanera e Guy Pratt, c’e’ ovviamente anche David Gilmour. Martin ha messo le mani direttamente sulla tracolla di David per restaurarla.
La tracolla viene venduta da Martin ad un prezzo di circa 150$ e se non sarete il fortunato vincitore, potrete sempre comprarla direttamente da Martin con uno sconto extra offerto ai soli iscritti al Blog.

Le regole
– il concorso è aperto ai soli utenti iscritti al blog, le risposte inviate dagli utenti non iscritti non saranno valide
– il concorso avrà durata di una settimana e si concluderà Sabato 17 gennaio 2009 alle ore 10.00
– il vincitore sarà chi per primo avrà inviato (via email) tutte le risposte esatte alle domande formulate e verrà decretato in modo insindacabile da Giampaolo Noto
– è possibile inviare una sola email di risposta per utente e non sarà possibile modificare le proprie risposte
– la tracolla è già stata realizzata, non è possibile fare variazioni sulla misura.
– la tracolla è offerta in modo totalmente gratuito.
– le spedizione sarà effettuata da Giampaolo Noto a proprie spese e nessun costo aggiuntivo verrà richiesto al vincitore.
(Nel caso di spedizione fuori dall’Italia il costo della spedizione sarà a carico del vincitore)
Partecipando al concorso si accettano implicitamente le regole del concorso

LE DOMANDE

Domanda #1:
Prima di iniziare l’avventura con i Pink Floyd, David Gilmour ancora ragazzo ha suonato con altre due band prima di entrare nei Pink.

Come si chiamavano questi due gruppi ?
Quale è stata la prima chitarra elettrica con cui David suonava con la sua prima band nell’anno 1964 ?

Domanda #2:
Per la registrazione originale dell’assolo di Money nell’album The Dark Side Of The Moon, David usò una chitarra particolare in quanto era l’unica che gli permetteva di raggiungere determinate sonorità sui toni alti.

Quale è questa chitarra ?
Quale è la particolarità di questa chitarra, che ha permesso a Gilmour di raggiungere sonorità che non avrebbe potuto raggiungere con la sua strato ?

Domanda #3:
Il nome di David Gilmour è legato a doppio filo con quello di Pete Cornish per quanto riguarda le pedaliere effetti. Tale collaborazione, tuttavia, non si sviluppò immediatamente, ma solo a carriera inoltrata.

Per quale specifico album Cornish realizzò la sua prima pedaliera per David Gilmour ?
In che anno ?

LE RISPOSTE

Risposta #1:
Nella sua fase giovanile David, come ogni ragazzo musicista, milita in diverse formazioni, a volte messe su giusto per una serata a volte con ambizioni più serie; nella domanda si faceva riferimento alle due formazioni che nella maggior parte delle biografie di David vengono riconosciute come le più importanti del periodo pre-Pink e per dare un’indicazione più precisa di quale fosse il riferimento temporale, nella domanda si chiedeva quali fossero le altre due band prima di entrare nei Pink, riferendosi quindi all’ultimo periodo.
La risposta corretta era dunque: Joker’s Wild (1963-1966) e Flowers (1966)
Anche per le chitarra vale più o meno lo stesso ragionamento, nel senso che da ragazzo David provò ed utilizzo diverse chitarre, tuttavia qui si faceva riferimento a quella che David stesso in diverse interviste chiama “la mia prima chitarra” e che venne usata dallo stesso David nel 1964 con i Jocker’s Wild: una HOFNER Club.

Risposta #2:
Nella registrazione dell’album The Dark Side Of The Moon, David usò una chitarra custom per la registrazione dell’assolo di Money, questa chitarra era la Bill Lewis Custom Guitar.
Questa chitarra era un vero capolavoro e proponeva molte soluzioni innovative: legni particolari e selezionati, una metodologia costruttiva del manico unica ed innovativa, pickup unico realizzati in un bagno di resina e moltissime altre particolarità.
Tuttavia la particolarità alla quale si faceva riferimento nella domanda e che permise a David di ottenere sonorità impossibili con la sua Strato era il manico a 24 tasti: in questo modo David aveva a disposizione due ottave sul Mi alto.

Risposta #3:
In occasione del ritorno in studio per la registrazione del nuovo album, David si rese conto di aver bisogno di un nuovo sistema per la gestione dei suoi effetti (che fino ad allora erano singoli pedalini collegati l’uno con l’altro).
Fu così che, grazie ad un comune amico, si rivolse a Pete Cornish per avere la sua prima Cornish Pedalboard.
L’album in questione era ANIMALS e l’anno era il 1976.

Content Copy Blocking powered by http://jaspreetchahal.org