BK BUTLER TUBE DRIVER

David ha sempre avuto una buona abitudine nella sue catene effetti: usare un overdrive molto trasparente insieme con il Muff o con il Rat (e successive evoluzioni) per creare quello che poi è divenuto un “sound alla Gilmour”.

Fino alla registrazione dell’album The Division Bell David utilizava nella sua catena effetti il Corolsound Power Boost: un booster (non valvolare) con un guadagno molto alto ed una colorazione molto calda.

BK TUBE DRIVER

In occasione del nuovo album, Gilmour, sostituì il Colorsound con un BK Tube Driver, un overdrive valvolare (basato normalmente sulla 12AX7) con un sound caldissimo (valvolare), un ottimo sustain ed una dinamica impressionante.

Nella pedalboard realizzata da Cornish per “On An Island” i Tube Driver sono diventati due: uno da utilizzare “pulito” come booster ed uno come “overdrive” puro. Attualmente David utilizza questa configurazione con due BK Tube Driver.

Il BK Tube Driver è costruito in origine con una valvola 12AX7 che nel caso di David viene sostituita con una 12AU7: questa modifica è stata richiesta da David perchè la 12AU7 è una volvola più calda e morbida della 12AX7 (molto èiù cattiva) ed usando i due tube driver sia come overdrive sia come booster, l’uso della 12AU7 è sicuramente più indicato.

Come detto David usa due BK Tube Driver nella sua ultima pedalboard, uno come Booster ed uno come Overdrive… questo sono i setting utilizzati:

BK TUBE DRIVER – BOOSTER
Level 70% | Hi 70% | Low 70% | Drive 10%

BK TUBE DRIVER – OVERDRIVE
Level 45% | Hi 45% | Low 80% | Drive 90%

88 comments

  1. Eh, un Overdrive eccezionale niente da dire, ma per ordinarlo? Capisco poco di Inglese, ma mi pare che in Italia neanche lo spediscono, e che viene costruito interamente a mano. Tu Giamp costruisci per caso la replica del Tube Driver? Comunque non vorrei sbagliarmi, le 12AX7 mi pare siano le stesse installato anche su l’English Muff’n.

    • Giampaolo

      Si può ordinare in USA e viene fatta la spedizione in Italia, però arriva con la presa di corrente tipo USA e quindi bisogna prendere un’adattatore oppure cambiarla.

      Io per la mia pedalboard… faccio da solo 😉

  2. Ciao, io ce l’ho da un anno circa, è un bellissimo overdrive costruito veramente bene, tuttavia non è molto versatile è orientato ad ottenere solo determinati risultati, se si vuole più versatilità occorre orientarsi su un BD2 Keely oppure un Ts808.

    • Giampaolo

      Ma lo usi con la 12AX7 o con la 12AU7 ?
      Io lo trovo molto versatile e soprattutto molto superiore (in termini di resa sonora e dinamica) rispetto ad altri Overdrive tipo il TS808.

  3. Uhm, devo informarmi ben sul prezzo allora, specie riguardo la spedizione ed eventuali spese doganali.

  4. Ciao Giampaolo, io ho sotto la 12ax7 che sicuramente cambierò!Un consiglio, sto costruendo la mia nuova pedal board, ho la seguente catena:
    Boss cs3
    Mxr dynacomp
    Green Sovrek Big Muff (primo modello)
    EH Bm2 Ram’s head
    Rat II
    BK Tube Driver
    EH mistress
    Boss CE2
    Korg Dt tuner
    Boss Rv3 delay e reverb.
    Fender the twin 100w 2 canali
    Dopo tutta la catena ho una forte perdita di segnale clean, cosa mi consigli di fare?
    inserisco un buffer tipo il masotti black box oppure?
    Come dispongo la catena? Uso send e return ?
    Ciao
    Luca

    • Giampaolo

      Ciao Luca,
      sicuramente un buffer lo metterei perchè la catena è piuttosto lunga…
      sposterei il RAT prima dei due Muff e terrei quindi il BK dopo il ram’s head… in generale dei Tuner mi fido poco, quindi troverei il modo (se possibile) di toglierlo dalla catena…
      hai un pedale volume ? perchè il Tuner eventualmente potresti metterlo in out del volume…

      Se poi hai la possibilità di usare anche send/return meglio usarli.

  5. Io ho comprato da pochissimo Il TUBE DRIVER direttamente dal sito internet di BUTLER ed è stupendo. Ha un suono strepitoso.
    Non può mancare ai fan più accaniti (come me) di David Gilmour!!!

    Ciao

    Luca

  6. bello!!! qualcuno può indirizzarmi alla home page del butler???

  7. grazie per la risposta…

  8. Ciao Giampaolo, rispondendoti alla post di prima: Il pedale del volume ne devo acquistare ancora uno serio, per ora ho un Bespeco che chiamarlo pedale del volume è troppo…per quanto riguarda il buffer cosa mi consigli? Ho visto che il Masotti Black Box è intorno alle 100,00 Euro nuovo o 80,00 usato, ce ne sono di altri di qualità? Poi avrei in mente di cablare tutto George L’s, certo il prezzo è alto ma poi alla fine i Jack sono eterni dato che non c’è il problema di dissaldarli se ce ne fosse un giorno la necessità per sostituire un cavo per una metratura differente…
    Per quello che riguarda l’alimentazione è corretto mettere due alimentatori (uno per una parte della catena e uno per l’altra?) Sono i classici alimentatori a scatola da 40 Euro con circa 8 uscite. Infine come fisso i pedali alla tavola di compensato dato che con il velcro si staccano?
    P.S. Finalmente è arrivata la D.G. N.O.S.!
    Grazie e ciao
    Luca

    • Giampaolo

      Ciao Luca,
      il buffer è molto importante e a meno che tu non possa fartelo su misura penso che il Masotti sia una delle scelte migliori.

      Per l’alimentazione bisogna vedere bene di cosa hai in catena… ovvero capire se ti serve solo la classica 9v o magari anche la 12v… e quanta corrente ti serve (quindi se usare uno o più alimentatori).

  9. Ciao Luca, complimenti per l’acquisto..anche la mia è arrivata!!! figurati che me la sognavo anche di notte!!! sono arci contento dell’acquisto che ho fatto perchè suona da dio!!! un saluto
    Vittorio Vittozzi

  10. Ciao Vittorio, anche io sono contentissimo, l’unica cosa è che l’ho dovuta per ora provare solo con il pod live perchè la pedalboard è in corso di costruzione come dicevo nelle post precedenti, comunque è uno strumento molto bello che alla fine è pure corredato da un sacco di accessori…ancora mi devo abituare con la leva che è arcicorta e con il finish del manico che è abbastanza appiccicoso…

    • Si infatti è appiccicoso ma con l’andar del tempo dovrebbe togliersi. Se ne sono dette tante su questa chitarra…nel bene e nel male..ma per me è un vero gioiello. La pedalboard te le sei fatta costruire?…

      • fidatevi ragazzi… ho avto una strato vintage 57 (quindi con lo stesso manico della D.G.) per ben 8 anni suonandola sempre… ma quella cosa appiccicosa non si è mai tolta.. fareste meglio a conviverci, è proprio il tipo di finitura che lo fa… altrimenti dovete aspettare 15 20 anni di suonate assidue per far togliere il primo strato di vernice e quindi quel senso di appiccicoso.. detto questo, vi dico che la 57 nera l’ho venduta perchè ho fatto un’affarone con una Signora Stratocaster del 1973 nera battipenna bianco e manico con tastiera in acero col palettone… suono spettacolare e look bello vissuto. vista di faccia sembra la strato che usa david nel live at pompeii… cambia in una cosa sola ovvero l’attaccatura del manico, a me è a 3 viti (perchè dal 72 al 79 hanno usato la placchetta a 3 viti) mentre a lui essendo del 70 era a 4 viti.

        • Non è che ragazzi siete allergici come me alla vernice alla nitro?
          Ho girato parecchio cercando prodotti che pulissero il manico come si deve per togliere l’eventuale colla ma alla fine per caso parlando con un liutaio con le “Palle” mi ha spiegato che succede spesso, è un’allergia e i pori delle mani emettono una sudorazione eccessiva per effetto…

          Salute gente, Gianpietro

  11. La sto costruendo da solo con i pedali che trovi in una mia post a Giampaolo più in alto, ovviamente non è come quella che sta facendo lui che è bellissima, la mia è fatta di qualche pezzo di compensato su cui appoggiare i pedali…!
    Si infatti col tempo se ne andrà la parte appiccicosa del finish, la chitarra comunque è bellissima! Io prima ne avevo una clone che avevo fatto assemblando dei pezzi presi in Usa in un negozio Ebay, corpo e manico Fender 50s Mex, meccaniche e ponte vintage 57 etc…la sostanza non c’era perchè i legni sulla DG NOS sono di tutt’altra stagionatura e la manifattura Custom Shop è una garanzia, i colori in Nitrocellulosa lasciano inaletrata la risonanza, poi, che alla fine sia una Reissue 57 non v’è dubbio ma con un grado di rifinitura direi eccezionale…io ho anche una Fender Custom Shop Closet Classic 69 Sunburst a tre colori, anche quella fa paura ma da li a dire che è uguale alla Mexico 70’s con p.u Custom ’69 come tanti dicono…non è così; sicuramente se si parla oggettivamente del suono e molto ma molto difficile riconoscerle ad orecchio se sono connesse ad un suono effettato e distorto, ma se si tengono in braccio senza amplificarle e ad occhi chiusi si riconoscono eccome, dalle vibrazioni che senti nelle mani (l’ho provato personalmente perchè un piccolo periodo le ho avute tutte e due (prima di rivendere la Messicana))…poi sai com’è, a me le chitarre fanno impazzire solo a guardare come sono costruite senza nemmeno suonarle…e se poi sai che è la replica della chitarra dello zio Dave…già di per questo è emozionante.

  12. Ciao Giampaolo e ciao a tutti

    E si, questo è davvero un gran pedale!

    Non c’è bisogno che sto qui a dirne bene, perchè tutto ciò di buono che si dice sul Tube Driver è verissimo e forse addirittura provandolo ci si rende conto le parole non bastano!!!

    Io ce l’ho da meno di un anno e più ci suono e più non ne posso fare a meno.

    A proposito, non è neanche difficile acquistarlo, e poi Mr.Butler è una persona veramente disponibile, anche tramite ebay si può prendere, l’importante è che gli chiediate che il trasformatore interno sia per la rete elettrica italiana, perchè qui siamo a 220V (come sapete) a la negli USA sono a 120V, la presa purtroppo sarà in ogni caso americana, ma con meno di 3 euro si compra un adattatore in qualsiasi negozio di elettronica.

    Giampaolo volevo farti un domanda, ma siamo davvero sicuri che Gilmour ha sostituito la valvola?
    Oh molto probabilmente mi sbaglierò, ma è la prima volta che lo sento.

    Ciao ciao

    • Giampaolo

      Beh ovviamente il fatto che David abbia sostituito la valvola è uno dei “si dice”… visto che in pochi hanno avuto occasione di mettere le mani sulla sua attrezzatura.

      Però da più parti ho avuto conferma di questo “possibile” cambiamento, proprio per la necessità di avere un sound più morbido… almeno nella configurazione 2006 della pedalboard, quella usata per “On An Island” e successivi, in cui il sound è sensibilmente più morbido rispetto a PULSE.

      Ovviamente poi ognuno usa la valvola che più si avvicina al proprio sound e che da maggiori risultati con il proprio setup.

      Personalmente, per la nuova pedalboard, voglio aspettare di avere tutti gli effetti in catena per decidere quale valvola utilizzare.

      • Da quello che ricordo io (ma posso sbagliarmi) David monta su entrambi delle ecc83, solo che Cornish gli ha modificato la circuitazione per abbassarne il gain e renderli più gestibili. Ma credo che come valvole fossero delle Yugo 12ax7 in entrambi. Anche perché credo che lo stesso Cornish avesse detto che non gli piaceva molto il gain dei nuovi td; conoscendo lui e David… sicuro le mani ce le hanno messe!!! 😀

        • Giampaolo

          Si riguardo ai TD hanno spesso cambiato e modificato le impostazioni…
          …da On An Island in poi hanno adottato le Yujo 12AX7 sui due BK, mentre in precedenza montavano le 12AU7 o anche 12AT7.

          Ma stare dietro a quei due diventa sempre più difficile!

          • 😀 Ormai si assume che i pedali siano generalmente tutti modificati, così ci si lambicca il cervello meno e ci si rassegna!!! 😀

  13. Ciao Giampaolo quanto costa il bk tube driver?

  14. In euro quanto all’incirca?

  15. buongiorno Giampaolo
    da poco faccio parte del vostro blog e non so se questa domanda l hai gia affrontata
    potresti spiegarmi le differenze tra
    tube driver butler e
    tube works tube driver butler quello nero a 5 manopole
    io possiedo in tube works che uso con varie valvole ( gia da voi elencate )
    specialmente a livello sonoro cosa cambia apparte il controllo sui medi che non compare sul tubedriver butler
    grazie ..le vostre risposte potrebbero convincermi a comprare anche quello che non possiedo …
    angelo

  16. Non sono riuscito a capire le varie modalità di pagamento! si paga tramite un versamento o tramite carta di credito?

  17. io ho un Tube Driver Butler BK del 1993 con scritto sotto TUBE WORKS che differenza c’è dal REAL TUBE DRIVE.

    poi da vero floyder ho un Wah Vox del 1977 e un Binson Echorec 2 del 1965

  18. ciao Andrea
    anche io ho fatto la stessa domanda sul tube works ne ho 2!!!!!
    almeno ad orecchio le differenze non sembrano evidentissime i componenenti saranno sicuramente diversi noi abbiamo un controllo in piu’ che e’ quello dei medi
    che in territorio gilmour sappiamo quanto vale ( ma si puo’ anche ottenere dove non e’ previsto ossia sullo chandler o sul bk butler giocando con i controlli alti – bassi per enfatizzare o tagliare i medi )
    speriamo che giampaolo ci dia delucidazioni in merito
    ma in sistesi io penso che le peculiarita’ ed i principi di assemblaggio siano comuni essendo in entrambi i casi progettati dallo stesso butler
    ps …io ho provato anche il tube king ibanez e non e’ che si discostava motlo dai nostri ..grandesuono e piu accessibili a livello di prezzo
    buonagiornata a tutti

  19. Angelo come mai sopra hai scritto tube works tube driver butler quello nero a 5 manopole? il mio Tube Works ne ha solo 3!

  20. Il Butler è buono di tutto di più. e costa. Avete mai provato l’economico Digitech “bad monkey”.ed è quasi ,dico quasi ,sulla stessa Breccia di Drive del BK. Fatemi sapere

  21. Ciao! Sono nuovo del sito e non so se avrò risposte in tempi brevi, ma data la vostra competenza ed esperienza, credo che pazienterò volentieri.
    Negli ultimi anni ho fatto dei grandi acquisti e mi trovo ora con un hot rod deville una stratocaster del ’76 ed il mitico bk tube driver. Ho però alcuni problemi da risolvere:
    1) fischi fastidiosissimi forse dovuti ai single coil della strato che necessitano di alzare parecchio il gain del driver per ottenere un bell’overdrive
    2) Cosa posso abbinare al tube driver (tenendolo “pulito”) per avere un overdrive convincente? Sarà per l’ampli o per la strato…ma la distorsione non mi entusiasma, è molto chiusa e poco aggressiva. NON suono metal, intendiamoci, il massimo della cattiveria lo raggiungo coi Pearl Jam ma non riesco ad avvicinarmi nemmeno lontanamente nè ad un sound del genere e nemmeno a qualcosa di meno aggressivo. Cosa mi consigliate di prendere oltre al BK?
    Grazie molte!

  22. IL TD lo colleghi nel loop?

  23. Volevo precisare una cosa, ho avuto il piacere di parlare con una persona che si incontra spesso con Pete Cornish, essendo colleghi, e ha svelato che nel Tube Driver lui non ha messo solo una 12AU7 ma bensì ha messo un trasformatore che fa lavorare la valvola a 60V invece che 12V come nell’originale!!!

    è qui che si apre un nuovo mondo per il sound di questo pedale!!!

  24. ciao a tutti,
    poichè sto ultimando il pedale, volevo sapere il trasformatore interno da quanti VA (volt ampere) deve essere?

  25. il modello è il case hammond 1456CE2WHBU, inclinato di 15°, praticamente identico a quello originale del BK. All’interno ci andrebbe un trasformatore di 3,5cm di altezza e di 5 di lunghezza e larghezza.

    Tu che tipo di trasformatore hai usato?
    Sapresti dirmi la marca, il modello, mandarmi un link??

  26. Scusate, inanzitutto complimenti a tutti voi per l’entusiasmo con sui seguite lo Zio David che è sicuramente un maestro del sound, la mia è una semplice domanda, forse banale: che differenza c’è tra il chandler tube driver e il Bk Butler Tube drivers??? Il secondo è una modifica del primo, o viceversa…..

  27. Ciao Giampaolo, volevo acquistare una valvola 12au7 per il mio Tube Driver, secondo te qual’è la migliore? Nel senso al livello di marca e sapresti darmi un link per ordinrla? Grazie

  28. SAlve a tutti!
    Mi pare di aver capito che l’alimentazio del BK TD dello zietto è a 60volt??? Siccome ne sto costruendo uno (con 12AU7) la domanda è se era possibile mantenere la stessa circuitazione e valore dei componenti, ovviamente i condensatori elettrolitici di maggior tensione, ed applicare i 60 volt tranquillamente.
    GRAZIE A TUTTI!!!!!

  29. Salve a tutti,
    mi pare di capire che il BK TD si possa alimentare anche a 60 volt.
    SIccome ne sto costruendo uno la domanda è se è possibile mantenere la stessa circuitazione ed i stessi valori dei componenti, ovviamente le tensioni dei codensatori aumentate, e mettendo il pot del bias alimentandolo a 60 volt…
    Grazie a tutti!!!

  30. Ciao giampaolo, è possibile che la behringer abbia replicato il chandler con il suo VT911 (almeno dicono così in tutti siti che ho spulciato) ??? tu ne sai qualcosa? Quasi per curiosità lo compro……

    • Giampaolo

      Ma guarda…
      …molte volte qui sul blog ho ripetuto che, a volte, i pedali di “secondo” piano (come ad esempio behringer) sorprendono per la loro efficienza ed efficacia… ed anche il VT911 rientra tra questi, offrendo una buona alternativa economica a chi voglia acquistare un Tube Driver.

      Tuttavia rispetto al BK le differenze sono (secondo me) piuttosto marcate.

      Va detto che, proprio concettualmente, sono due pedali differenti: il BK è alimentato a 12vac mentre il VT911 a 9vdc, la sezione di controllo dei toni è completamente differente e prevede un solo pot per la regolazione nel VT911 mentre nel BK c’e’ il doppio controllo HI/LO, anche la sezione degli operazionli è differente… in generale il sound del VT911 è molto meno corposo e rotondo rispetto al BK.

      Di tutti i Tube Driver che ho sentito, a mio parere, il BK rimane il migliore di tutti con un sound unico ed inarrivabile.

  31. grazie della dritta giampaolo, h avuto modo di prendere il vt911 e testarlo, in breve con il controllo presente sul pedale si ha da 1-2 un overdrive secco e zanzaroso, da 3 a 6 un fuzz e da 6 a 10 un distorsore…. praticamente non mi pare un gran acquisto, che e sostituissi la 12ax7 ??? magari tu cosa monteresti?? secondo te cosa potrebbe cambiare, te lo chiedo perchè è a prima volta che ho a che fare con le valvole!!

    ciao e grazie ancora!

    • Giampaolo

      Potresti provare a sostituire la 12AX7 con una 12AU7 o 12AT7

      La 12AX7 sicuramente è la meno pastosa tra la tre… anche nel BK si usa spesso sostituire la valvola originale (12AX7) con una più morbida… io uso la 12AU7.

      Ovviamente non è che il suono possa cambiare radicalmente… però magari un po migliora.

  32. Ho comprato dall’america un BK! attenzione al voltaggio, non c’è alcuna etichetta!
    ma quelli destinati in america sono 110 volts,
    io ho cambiato valvola mettendo quella che usa D.G., così ho curiosato anche dentro,
    poi ho cambiato presa, ho collegato il tutto, e l’ho fritto!!!!!!!
    ATTENZIONE !!

    • Ciao masimone

      Mi spiace davvero per quello che ti è successo, è vero non c’è nessuna etichetta.

      Io l’ho acquistato diversi anni fa, e prima di comprarlo ho contattato via email Mr. Butler, dove gli dicevo che mi serviva il pedale con alimentazione di tipo “europeo” dunque con ingresso, a 220-240V, 50-60Hz.

      Lui molto gentilmente mi ha risposto dicendomi che l’avrebbe fatto, e così è stato.
      Tra l’altro sul sito c’è proprio scritto di contattarlo prima per richiedere quel tipo di alimentazione.

      Ecco cosa dice sul sito ” * 220-240V, 50-60Hz is available at the same price, but I supply only with the USA style plug as shown. (You will need to get either an adaptor or re-install the correct AC mains plug for your country).”

      Scusami se te lo chiedo, tu l’hai fatto?

      Cordiali saluti.
      E in bocca al lupo.
      Salvo

    • Io ho chiesto che mi montasse il trasformatore per il voltaggio europeo e non ho avuto problemi, ho tagliato la spina e messa una >Italiana perchè per lui sarebbe stato un problema reperirlo, mi sembra strano che non te l’abbia consigliato lui stesso.Comunque butler è molto preciso con i suoi lavori credo che una resistenza per non friggere le cose più importanti te l’abbia messo,…fallo vedere..

  33. Dalle demo che ho ascoltato mi pare che la replica della Behringer non sia buona come booster o no?

  34. Ciao a tutti e complimenti per il blog Giampaolo.

    volevo chiedere se è possibile reperire informazioni sulle versioni a Rack Tube Driver sia del Chandler che del BK Butler, visto che si trovano in circolazione anche quelle.
    Ci sono differenze rispetto alle versioni a pedale.

    Grazie

  35. Volevo ribadire un concetto che si sta sottovalutando di molto:
    La modifica più pesante è questa:

    !!!Cornish ha modificato il pedale facendolo lavorare a 60V invece che a 12V.!!!

    Inoltre la distorsione non viene dalla valvola, la valvola scalda un pò e basta, il resto viene dagli integrati, quindi il “suond” donato dalla valvola non è poi chissà quanto incisivo.
    Il mio consiglio è quello di acquistare un BK Tube Driver e lasciarlo così com’è come ho fatto io.

    Lino

    • Giampaolo

      Concordo in parte…
      …facendo lavorare il pedale ad una tensione maggiore si ha un risultato nettamente migliore, questo è vero.

      Ma la differenza tra le valvole è molto più che trascurabile…
      …il colore del sound ed il punto di saturazione è segnato in modo quasi fondamentale dalla valvola utilizzata: a parità di pedale, montando una EH piuttosto che una JJ (ad esempio) la differenza timbirca è piuttosto rilevante.

      Ovviamente sempre e solo secondo me. 😉

    • Far lavorare la valvola a 60V non significa niente!
      E’ sempre al di sotto della tensione necessaria che permette alla stessa di lavorare ai giusti valori per introdurre gain “valvolare”.
      Nel tube driver la distorsione e la pasta sonora non sono competenza della valvola, ma del resto del circuito. Il suo compito è prevalentemente quello di corregere la curva di equalizzazione e “ammorbidire” il suono.
      Il fatto che cambiando una 12ax7 con una 12au7/12at7 si introducano modificazioni nella quantità di gain e di volume non significa che la distorsione sia dovuta alla valvola.
      Gli overdrive veramente valvolari hanno al loro interno valvole che lavorano a +/- 330V.
      Ritengo che Cornish si sia limitato a sostituire qualche componente interno (non e che Butler utilizzi componenti di prima qualità, anzi …) a bufferizzarlo sia in entrata che in uscita, a stabilizzare le tensioni della valvola (in modo che i due rami siano perfettamente bilanciati +12 e -12) e a mettere una buona valvola.
      Ecco … forse varrebbe la pena di spendere qualche euro in più per capitare una bella Mullard o Philipps Miniwatt (per un suono più aggressivo ma bilanciato) o una General Electric (per un suono più clean boost), piuttosto che comperare JJ e EH. Queste ultime vanno giusto bene per la sezione preamp di un amplificatore valvolare, ma se gli viene fatto fare un compito leggermente più delicato a basso voltaggio evidenziono delle notevoli carenze (rumorosità, eccessiva tendenza a fuzzare in determinate frequenze, sbilanciamento)

  36. Onestamente non ti posso contraddire perché non ho competenze elettroniche. Quello che ho riportato scritto è quello che mi è stato detto da un’affidabile tecnico che me lo ha spiegato.

    Effettivamente vorrei testare con le mie orecchie se la il cambio valvola andrebbe a cambiare anche il timbro così radicalmente…

    Per quanto riguarda il tube driver, se andiamo ad ascoltare Gilmour nei vari live (tipo Pulse o live in gdansk), si può notare nettamente un’escursione dinamica davvero impressionante… un suono grosso, medioso e mai stridulo come invece tende ad essere il pedale se non settato al meglio nella maggior parte dei casi!

    • Buon giorno. Ma visto che ho posseduto in passato il butler venduto perché non mi soddisfa va affatto e sostituito con un maxon rod 880 che incredibilmente suona meglio ha più sustain e ha più dinamica, se qualcuno conosce questo pedale sa dirmi a che voltaggio lavora la valvola? Grazie

  37. Ciao
    io ho da poco acquistato un TubeWorks Real Tube, (nero e giallo) usato.
    Mi piace molto come resa timbrica ma penso abbia un problema in quanto il volume di uscita è molto basso. Col gain a metà se il volume non è al massimo, il livello è piu basso del pulito originario.. è normale che sia così?
    grazie

  38. Ciao Giamp scusa, ho acquistato un Chandler tube driver- e lo volevo inserire nella mia pboard e come alimentazione per i vari pedali, ho una voodoolabPP2plus,: che tu sappia che tipo di mod devo fare al chandy perchè possa alimentarlo con la PP2p-forse posso fare un cavo reverse per la la Auxiliary ACoutlet? Grazie

  39. ciao gianpaolo! da qualche giorno ho scoperto il tuo blog, e devo dire che è davvero fantastico, ti faccio i miei più sinceri complimenti!
    già da un po’ di tempo posseggo un amplificatore fantastico: il vox venue lead 50 (che ho visto hai già recensito, molto positivamente)! ad ogni modo, sono in cerca di un tube driver valido, e mi trovo combattuto fra il bk butler o il più umile ibanez ts808: il fatto è che ho paura che, essendo il vox un amplificatore a transistor di media potenza, non riesca a sfruttare al meglio le enormi potenzialità del bk butler, e che quindi mi ritroverei a buttare via denaro quando con un ts808 otterrei praticamente lo stesso risultato… tu che mi consigli? ti ringrazio anticipatamente per la risposta

    Eugenio

  40. Andrea Ambrosini

    Ciao Giampaolo!
    Innanzitutto complimenti per il tuo blog, e’ una miniera inesauribile di informazioni, fai un gran servizio alla comunita’ di noi fans di Dave ^^
    Detto questo vorrei chiederti un parere.
    Sono in possesso di un chandler tube driver numero di serie 203610 dell’ 88 con scheda madre TDP-101-3006.
    Il suddetto pedale nn funziona, non mi si accende il led del power.
    Ha la sua alimentazione con la presa americana con i 2 spinotti piatti.
    Ho anche un trasformatore T.E. Eletronic modello MW2P045 da collegare alla 220.
    Il tipo che me l’ha spedito ha cambiato la valvola con una 12AX7EH made in russia della electro harmonix.
    Io penso che sia l’alimentazioe/adattatore ma non ne sono sicuro e ho paura che sia inutilizzabile.
    Mi rivolgo a te ‘o guru dei pedali per qualche parere ^^
    Mi scuso anticipatamente per il tempo che ti chiedo

    • Giampaolo

      Ciao Andrea,
      il tube driver è un pedale delicato… e fare una “diagnosi” senza vederlo è difficile.

      Se hai modo prova a verificare che l’adattatore stia funzionando bene, controllando che la tensione di uscita sia corretta. (eventualmente anche in un negozio di strumenti musicali e/o elettronica)
      Almeno per capire se il problema è nel pedale o fuori, nella parte di alimentazione.

  41. Ciao Giampaolo, complimenti per il blog, punto di riferimento fisso per tutto ciò che riguarda il grande David…
    Vorrei chiederti un consiglio, sicuramente avrai avuto lo stesso problema o ne avrai discusso sul blog, ma non riesco a trovare un articolo inerente.
    Cosa si può fare per l’insopportabile rumore di fondo che crea il CS-2 quando è attivato in contemporanea alle distorsioni? Io ho un Tube Drive, pedale incredibilmente fantastico, che viene boostato dal cs-2, ma ogni volta che li accendo assieme sopraggiunge un rumore troppo invasivo. Secondo te cosa dovrei fare (oltre ovviamente ad alimentarlo con un alimentatore stabilizzato)? Per farti capire il mio obiettivo, io non cerco di imitare perfettamente il suono di Gilmour, ma cerco di prenderne spunto per adattarlo al mio genere a alle mie canzoni, e avevo deciso che per i soli avrei utilizzato appunto il Tube Driver boostato dal cs-2, ma con un rumore di fondo del genere non posso pensare di registrare in studio, oltre ad avere grossi disturbi nei live…
    Secondo te dovrei orientarmi su altri compressori tipo il DynaComp? Anche se ti ripeto che il suono del cs-2 per me è fondamentale, quindi non so che fare!
    Grazie mille!

  42. Ciao Ragazzi, se vi interessa ne ho 2 pezzi di real tube overdrive, e ve li posso spedir da Catania.
    3939126292
    vincenzo@svcommerce.it

  43. Un chitarrista completo, anche se non gilmouriano, a mio modo di vedere dovrebbe avere in dotazione un pedale overdrive analogico valvolare. Certo che se è il più versatile possibile, a livello timbrico, è sicuramente meglio.
    La mia considerazione verso questo pedale, già elevata da quando lo conosco (visto da chi e con quali risultati viene adoperato, compreso anche E. Johnson), è andata crescendo da quando, circa un anno fa, ho cominciato ad “esplorarlo” più da vicino.
    Trovato lo schema elettrico ho cominciato a capire che si trattava di una di quelle cose tanto relativamente semplici quanto semplicemente geniali. Mi affascinava tanto più quando ho capito che il circuito originale fosse suscettibile di migliorie, derivanti da know how acquisito con circuiti valvolari impiegati nell’alta fedeltà esoterica.
    Cominciai, però… dall’inizio, cioè costruendo un prototipo ricalcante il circuito originale, o, più precisamente, lo schema elettrico che ritengo più attendibile. Controlli: OUT LEVEL; HI EQ; LO EQ; DRIVE.
    Giudizio sintetico, soprattutto da parte del mio amico chitarrista Giacomo, che tra l’altro ammira molto lo zio Dave: un grande overdrive, caldo, dinamico e anche molto silenzioso. Quest’ultima caratteristica non posso dire quanto appartenga al pedale originale, ma per quanto mi riguarda curo il cablaggio e la connessione delle masse anche nei prototipi e lo stesso vale anche per i filamenti delle valvoline preamplificatrici, che alimento sempre con 6,3V continui e stabilizzati.
    Quando l’antipasto è gustoso e l’appetito è stimolato… mi sono ricavato la mia versione dello schema elettrico ed ho rielaborato il prototipo in modo che fosse possibile, in pochi minuti e in sala prove, passare dalla configurazione standard alla mia, con una seconda valvola (e relativo circuito annesso… ne risulta uno dei diversi e possibili “carichi dinamici”) al posto delle solite due resistenze di carico anodico e due controlli aggiuntivi della saturazione e della qualità dell’overdrive.
    Ah, dimenticavo lo switch “MID BOOST” che ho aggiunto poi per rendere il pedale (futuro…) più versatile possibile.
    Prima di finire la messa a punto del prototipo ho fatto in modo che la tensione di alimentazione delle valvole, l’anodica, potesse passare, sempre rapidamente, dai circa 26V (+13/0/-13V) ad una sessantina, come fa Pete Cornish: la differenza non è sostanziale, ma c’è e si sente. Ciò non solo a livello di dinamica, che è ottima già anche col circuito originale, ma anche in quanto a introspezione e profondità del suono ottenuto.
    Per queste prove ho utilizzato due coppie di valvole, in entrambi i casi ben rodate: due Sovtek ECC83/12AX7 del 2003 e due ECC82 /12AU7 Philips USA del 1987 (equivalenza JAN 5814A).
    Ebbene, anche smanettando variamente con tutti i controlli (DRIVE; GAIN1; GAIN2; LO EQ; MID BOOST; HI EQ; OUT LEVEL), la differenza nella resa tra le due coppie di valvole è profonda, come facilmente intuibile.
    Comunque non mi sono stupito, visto che come caratteristiche elettriche (guadagno o mu e, a braccetto inverso, transconduttanza) la ECC82 (mu= 17) e la ECC83 (mu= 100) sono agli antipodi, nel novero delle valvole NOVAL tipicamente adoperate dai chitarristi. Devo, però, ancora “interpellare”altri due tipi di valvole che sicuramente avranno da dire la loro in questo contesto: la ECC81/12AT7 (mu= 60) e la 12AY7/6072A (mu= 44). La ECC81 mi risulta che abbia equipaggiato le prime versioni del Tube Driver, quando era ancora marchiato Chandler (dico bene?), ma da entrambe mi aspetto un grande suono.
    Qualche considerazione sul circuito, valida sia per l’originale che per la mia versione, che al momento resta un prototipo a causa di altre priorità (booster a JFET): gli stadi concatenati sono cinque in tutto. I primi due sono implementati con l’OP-AMP, il terzo e il quarto con le due sezioni della valvola (anche nel mio circuito, visto che la seconda valvola funziona “solo” da aiuto per la “titolare”, ma lo fa meglio di quanto possa fare la coppia di semplici resistori originali); ed infine troviamo lo stadio equalizzatore passivo, che vede l’uscita.
    Funzioni: il primo stadio, d’ingresso, è non invertente (a differenza dei tre stadi attivi seguenti) essendo nient’altro che un buffer realizzato con metà OP-AMP e amplifica il segnale in corrente ma non in tensione, che praticamente resta la stessa proveniente dai pick-up.
    Il secondo stadio, realizzato tramite l’altra metà dell’OP-AMP è un amplificatore di tensione il cui guadagno è controllato tramite la manopola DRIVE. Non mi pare proprio che aumentando il DRIVE il segnale uscente da questo stadio venga distorto apprezzabilmente. Cambia solo l’ampiezza.
    E’ all’uscita del terzo stadio, quello che utilizza il primo triodo della valvola, che il segnale comincia a distorcere (per saturazione, ovvero: overdrive), tanto più quanto il segnale che gli arriva in griglia è ampio a causa della più o meno accentuata rotazione in senso orario della manopola DRIVE.
    Il quarto stadio, che utilizza la seconda sezione delle valvola, riceve in ingresso un segnale (già affetto da distorsione composta da armoniche sostanzialmente di ordine pari) di ampiezza ancora maggiore di quello ricevuto dallo stadio precedente, aggiungendovi così, algebricamente, una ulteriore e più massiccia dose di distorsione (si verifica anche il fenomeno della cancellazione armonica). Ne risulta comunque, come ben sapete, una distorsione decisamente calda e particolare.
    Il livello del segnale all’uscita del pedale non è comunque troppo elevato, perché la tensione di alimentazione delle valvole è, in ogni modo, bassina. Poi ci si mette anche lo stadio equalizzatore a mangiarsi qualche dB…
    I due controlli GAIN 1 e 2 sono dotati di scatto centrale, posizione nella quale il gain di ciascuna sezione di valvola è lo stesso che nella versione originale (dove è invariabile). In poche parole, ruotandoli entrambi “tutto a manetta” le ECC82 da “gilmouriane” diventano più ruggenti mentre, viceversa, le ECC 83 che con entrambi i gain al minimo reso possibile sembrano delle 82, con gli stessi a manetta sconfinano nel metal… Poi ci sarebbero anche le situazioni “intermedie”! Spero di aver reso l’idea.
    Infine, tornando alla catena che processa il segnale, c’è lo stadio EQ, appunto, per il quale il buon Butler scelse un taglio di frequenze (un vero e proprio “look”) particolare, che contribuisce in modo determinante alla timbrica difficilmente imitabile di questo pedale.
    Per concludere, due parole sull’OP-AMP: abbiamo provato sia il JRC 4558 (D) che il TL072. Non c’è storia, decisamente meglio col TL072! Almeno qui suona meglio lui ed è decisamente più silenzioso; infatti ha l’ingresso a JFET, che in quanto a rumorosità (fruscìo) sono i migliori, a paragone con i transistor bipolari, oltre che per l’impedenza d’ingresso elevatissima (come con le valvole).
    Anzi, non ho ancora concluso, perché David Gilmour aveva ragione (of course…) a boostare il Tube Driver. Io l’ho fatto adoperando il mio, di booster (ancora un prototipo) e, a detta di Giacomo, sia il suono che la “suonabilità” sono migliorabili in maniera netta.
    Adesso sto costruendo il primo esemplare in versione ufficiale di questo mio booster (a JFET), che metterò in vendita su ebay, ma entrambi i prototipi, per quanto “kitch” nelle vesti esteriori, sono ancora in funzione.
    Per cui, se qualcuno che non vive troppo lontano da Cassino (FR) fosse così curioso da voler effettuare una prova personalmente, si accomodi pure, purché si presenti munito della propria chitarra, di un buon ampli (magari combo? Con i Fender HotRod De Ville e De Luxe ho avuto risultati brillanti) e, perché no, di un Tube Driver originale col quale esperire anche un confronto “all’americana”.
    Comunque almeno per il booster, al momento, ci sono quattro video, su YouTube, visionabili digitando “ASAR booster” nel motore di ricerca. Sono un po’ improvvisati ma sembrano rendere almeno un tanto, considerando anche il volume di uscita irrisorio regolato sulla testata da 100W, perché quella volta, nell’Aprile scorso, abbiamo registrato in appartamento.
    Ciao.
    Alessandro

  44. Dimenticavo un piccolo particolare, che comunque dovrebbere essere perlomeno scontato… il cablaggio è true bypass, grazie ad uno switch 3PDT. Qualcuno mi può dire se il Tube Drive venduto attualmente da Butler è true bypass? Mi risulta che i modelli vecchi non lo fossero, almeno a giudicare da qualche schema elettrico che ho trovato, ma non ci giurerei.

  45. Ciao Gian tu per il tuo che tipo monti e che marca io ho provato le JJ e EH gold però non mi convincono molto…Mi dai una dritta .grazie

  46. Ciao Gianpaolo !, un’ informazione sulla valvola 12AU7 !. la 12AU7 è della Electro Harmonix ?……utilizzando la stessa , indebolisce sulla spinta del suono , visto che Gilmour utilizzava due tube driver sia come overdrive sia come booster……è anche per via di questa sostituzione ? . Grazie !

  47. Ma la marca della valvola nel bk butler puo incidere sul sustain io ad esempio ho una 12au7 EH e ha un sustain veramente scadente quasi inesistente la meta paragonato ad un maxon per questo vorrei sapere quale valvola puo essere la migliore sempre parlando di 12au7 ù
    Grazie

  48. Ciao ragazzi ho gia scritto in passato io ho posseduto un bk butler di ultima generazione ma non sono mai riuscito a trovare quel sustain che cerco e sto ancora cercando mi trovo bene con il maxon 808 e con il maxon vop 9 ma secondo voi il maxon ROD 880 valvolare potrebbe essere un buon sostituto per il bk butler?
    grazie ciao

  49. Ciao Giampaolo! Sto programmando l’acquisto di un BK Butler Tube Driver!
    Leggo molti commenti sulle varie sfumature che diverse valvole possono offrire a questo pedale… 12AX7 (tanto gain e aggressività), 12AU7 (morbidezza e non molto gain), 12AT7 (una sorta di via di mezzo tra le altre due per il gain, brillantezza ma con un suono lo stesso abbastanza morbido)!
    Secondo te quale di queste potrebbe andare bene per un utilizzo del Tube Driver come overdrive (che io non vorrei troppo aggressivo, ma abbastanza caldo e presente) e come booster per il mio Costalab Custom Muff (di base un Big Muff Triangle con molte medie e bassi non “roboanti”) e per un pedale dal carattere simile al Big Muff Ram’s Head (per aggiungere un po’ di presenza, soprattutto a quest’ultimo)?
    Io escluderei la 12AX7 perché la vedo troppo potente e aggressiva!
    Grazie mille 🙂

    • Ciao finalmente ho acquistato di seconda mano un maxon rod 880 ora non più in produzione. Avendo posseduto in passato un BK Butler posso dire che il Macon e molto meglio ma veramente molto meglio. Il timbro e identico, usato come booster o come vero e proprio distorsore mantiene sempre una pasta sonora molto più bella del Hitler in oltre ha anche la regolazione delle medie. E poi già l’808 aveva più sustain del butler ma il rod ne ha ancora di più. In conclusione posso dire che il Macon rod 880 rispetto al Hitler e più versatile più gestibile ha un noise integrato che comunque tengo sempre al minimo perche comunque e silenziosissimo ha molto più sustain e dinamica.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Content Copy Blocking powered by http://jaspreetchahal.org