SM57… anche per la voce.

Lo Shure SM-57 è uno dei microfoni più usati negli studi e sui palchi di tutto il mondo.
E’ un microfono eccezionale, che lo stesso David Gilmour ha usato e usa tutt’ora nel proprio setup (per chi non lo avesse letto, consiglio anche questo articolo Microfonare l’amp… alla Gilmour).

Quello che però forse non tutti sanno, è che l’SM-57 può essere un ottimo microfono anche per la voce!

Personalmente mi piace molto sulla voce e sono in molti ad utilizzarlo anche per questo scopo.a2ws

Rispetto al 58 (che nasce specifico per la voce) l’SM-57 è meno colorato e permette, quindi, una maggiore equalizzazione.
Stando a quanto dichiara la stessa casa produttrice, i due microfoni (58 e 57) utilizzano in realtà la stessa impostazione di base per quanto riguarda l’elettronica e la capsula microfonica, la maggiore differenza sta nel disegno della griglia: il 58 usa una griglia sferica, che ha la funzione anche di filtro antipop.
Per questo motivo, quando l’SM-57 viene usato per uso vocale, è consigliabile l’utilizzo di un accessorio come lo Shure A2WS, un filtro antivento e antipop che migliora in modo sensibile il risultato.

Tra l’altro sembrerebbe che questo sia proprio il microfono usato anche da David Gilmour per la voce in tutto il live PULSE.
(il condizionale è d’obbligo non avendo la possibilità di una conferma diretta)

Nelle inquadrature molto strette, sembra proprio si tratti di un SM57 con l’antivento A2WS.

pulse_dvd

 

Nuovo album per i Pink Floyd – The Endless River

 

polly_twitter2

La notizia (clamorosa) è arrivata in modo del tutto inaspettato, con un tweet di Polly Samson che, nel pomeriggio di Sabato 5 Luglio, ha scritto queste due righe su twitter:

“Btw Pink Floyd album out in October is called “The Endless River”. Based on 1994 sessions is Rick Wright’s swansong and very beautiful.”

La notizia ha fatto subito il giro del mondo e poco dopo è arrivata qualche prima conferma, tra cui questo messaggio, apparso sulla pagina facebook di Durga McBroom (corista Pink Floyd):

“YES. THERE IS A NEW PINK FLOYD ALBUM COMING OUT. AND I’M ON IT. And there was much rejoicing.”

durga_gilmour

Insomma, se è vero che due indizi fanno una prova… direi che la notizia sembra confermata.

Non è chiaro a questo punto se fosse questo il progetto a cui lavorava da tempo Gilmour o se si tratti di due progetti differenti.

Quello che è chiaro è che il nuovo album sarà a marchio Pink Floyd e dovrebbe uscire ad Ottobre 2014 con il titolo The endless river.

L’album (stando a quanto scrive Polly) sarebbe basato sulle registrazioni fatte da Richard Wright nel 1994… e definite dalla stessa Polly come “il canto del cigno di Rick… e bellissime!”

Si sapeva, in effetti, dell’esistenza di molto materiale inedito registrato proprio in quel periodo… e per molto tempo si è fantasticato (e sperato) in un album di inediti realizzato proprio con quel materiale: ora sembra che quelle fantasie, possano diventare realta!

 

AGGIORNAMENTO DEL 07/07/2014

Questo il comunicato ufficiale sul profilo facebook dei Pink Floyd

“Pink Floyd can confirm that they are releasing a new album “The Endless River” in October 2014. It is an album of mainly ambient and instrumental music based on the 1993/4 Division Bell sessions which feature David Gilmour, Nick Mason and Richard Wright. The album is produced by David Gilmour with Phil Manzanera, Youth and recording engineer Andy Jackson. Work is still in progress, but more details to come at the end of the Summer.”

Da questo comunicato si capisce che sarà un album fondamentalmente strumentale, basato su materiali registrati nel periodo di The Division Bell.
La partecipazione al progetto di Youth (Martin Glover) da una connotazione piuttosto precisa al progetto e richiama (forse) le sonorità ascoltate nel disco Metallic Spheres dei The Orb in cui suona proprio David Gilmour.

Scroll To Top