Regolare il volume

All’interno di una catena effetti ci sono diverse regolazioni di volume: c’e’ il volume della chitarra, ci sono i volumi dei vari effetti, c’e’ il pedale volume (se presente) ed infine c’e’ il volume dell’amp.
Tutti queste regolazioni di volume contribuiscono a creare il sound finale.

Una volta trovato il proprio sound, alcune di queste regolazioni si tende a non modificarle (volume amp e volume effetti) mentre le altre (volume chitarra e pedale volume) vengono modificate spesso, per ottenere diverse sfumature del sound.
Vediamo quindi meglio come funzionano queste due regolazioni.

 

Volume chitarra

Essendo all’inizio della catena effetti, il volume della chitarra, permette di regolare il volume a cui lavorerà l’intera catena effetti e, soprattutto sugli effetti di dinamica (compressore, distorsore e overdrive), questo significa modificare sostanzialmente la resa dell’effetto stesso: in un muff, ad esempio, un maggiore o minore livello del segnale in ingresso, permetterà di passare da un suono più distorto (tipo fuzz) ad uno meno distorto (tipo drive).
Molto interessante può essere l’uso del volume della chitarra sugli effetti tipo delay, per creare effetti tipo Swell, ovvero con un attacco del suono graduale.

L’uso del volume della chitarra ha però una controindicazione: abbassando il volume, il suono della chitarra tende a scurirsi, perdendo parte delle frequenze alte.

In questi casi può essere utile una piccolissima modifica, che consiste nell’aggiunta di un piccolo filtro, direttamente sul potenziometro del volume: si tratta della così detta Treble Bleed Mod di cui abbiamo già parlato in un vecchio articolo (leggi Treble Bleed Mod).

 

Pedale Volume

Il pedale volume funziona, in linea di principio, esattamente come il potenziometro del volume della chitarra, con il vantaggio però di poter essere posizionato nella catena effetti dove si vuole.
Proprio per questo motivo è piuttosto inutile posizionare il pedale volume ad inizio catena, sarebbe una ripetizione del controllo che si ha già nella chitarra.
Il posto migliore invece per il pedale volume è in fondo alla catena, prima dei delay.

 

In questa posizione il pedale volume ha molti vantaggi: permette, ad esempio, di ridurre il volume generale senza diminuire la resa degli effetti di dinamica (comp, distorsore, drive) mantenendo un suono rotondo e corposo.
Con il pedale volume a fine catena, infatti, gli effetti che si trovano prima lavorano sempre con un gain elevato, il che significa garantire un’ottima resa da un punto di vista dinamico.

Altro vantaggio della posizione a fine catena – ma prima dei delay – è dato dalla possibilità di mantenere le code (ed il sustain) del delay anche quando il volume viene portato a zero.
Inoltre anche in questa posizione è possibile utilizzare il pedale per generare effetti tipo swell (con un attacco del suono graduale).

pedale_volume

 

E’ evidente quindi come i due controlli di volume (chitarra e pedale) non producano lo stesso effetto all’interno della catena effetti, anzi, l’uso combinato delle due regolazioni può aprire lo spazio alla sperimentazione di nuove sonorità ed effetti inaspettati.

One comment

  1. Ciao! Innanzitutto complimenti per il sito che è davvero ben fatto e ricco di contenuti! Volevo chiederti una cosa sui pedali volume. Ho una ibanez semiacustica con pickup artigianali replica PAF e mi è stato consigliato di acquistare il pedale volume Boss fv500h, ad alta impedenza. Vorrei sapere se è possibile posizionarlo a fine catena prima del delay o se è necessario averne uno a bassa impedenza. Se hai da consigliarmi altri pedali volume gradisco! Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *