PEDALBOARD V3

Come molti di volti già sanno, da diversi mesi sono impegnato nella realizzazione della mia nuova pedalboard, Cornish-inspired.
La pedalboard è la terza che realizzo e per questo l’ho chiamata V3.

Fin dalla fase di progettazione ho avuto in mente una pedalboard che, se da un punto di vista estetico poteva essere simile alle precedenti, da un punto di vista funzionale doveva essere decisamente differente, con grosse novità e sostanziali evoluzioni.
E così è stato.

Il progetto è partito con la scelta della catena effetti e dopo diversi mesi passati a fare test e prove di ogni genere, sono arrivato alla configurazione definitiva:

– Buffer (Notoall)
– Comp (Compulator Clone)
— S/R #1 : (Wah Wah w/ Reverse switch)
– G Muzz (G2 Clone)
– Muff (Creamy Solo)
– Tube Driver 1 (BK clone)
– Tube Driver 2 (BK clone)
– Buffer (Notoall)
— S/R #2
– Eq (Ge7)
– Phaser (Phase90 Clone)
– Chorus (Boss Ce2 Clone + mods)
– Flanger (Electric Mistress Clone)
– Tremolo (Tremulus Lune Clone)
– Vibe (EasyVibe – Univibe Clone)
— S/R #3 : Volume (Ernie Ball 6166)
– Echo (De-7 echo mode)
– Delay (De-7 delay mode)
– Buffer (Notoall)

Così sulla base di questa “effect chain” ho progettato l’intera pedalboard, facendo attenzione ad ogni minimo particolare e facendo tesoro di tutte le esperienze accumulate con le precedenti V1 e V2.

Per prima cosa ho realizzato la scatola in legno, utilizzando del multistrato marino da 1.2cm e 0.7cm.

Successivamente sono passato alla progettazione e realizzazione della parte più delicata della pedalboard: la sezione di alimentazione.
Molto spesso i problemi di rumore e malfunzionamenti vari nelle pedalboard sono dovuti ad una inefficente alimentazione.
Nel caso di una pedalboard come questa, poi, i problemi sono anche maggiori.

Tutta la zona di Power Supply è montata su un supporto dedicato incernierato al resto della pedalboard.

Sono presenti due trasformatori :
– Trasformatore toroidale 2x12v 5A
– Trasformatore toroidale 2x12v 3A

Il primo trasformatore serve cinque differenti alimentatori, realizzati ad hoc per l’occasione (custom notoall), ultrafiltrati e stabilizzati, che forniscono i 9v per gli effetti ed i 12v per i servizi (ventole, led di illuminazione e led di segnalazione); ogni servizio ha un proprio alimentatore dedicato.
Il secondo trasformatore è dedicato ai due tube driver.

Tutte le masse (ma proprio tutte tutte!) arrivano in un unico punto di massa, nella zona Power Supply

Successivamente ho cominciato a cablare l’interno, partendo dalla illuminazione della pedalboard che ha una sua linea dedicata ed è composta da una coppia di led ad alta efficienza bianchi per ogni effetto; per attenuare e diffondere la luce, davanti ad ogni coppia di led c’e’ un sottile schermo di plastica trasparente opaca.

Come nella V2 anche in questa V3 ho previsto due ventole nella pedalboard, per evitare di far salire troppo la temperatura interna, vista anche la presenza dei due Tube Driver.
Le due ventole hanno anch’esse una linea di alimentazione dedicata.

Una volta finito di cablare i vari “servizi” sono passato agli effetti.
Ogni effetto è montanto su un supporto in alluminio ed è collegato ad un connettore a 5 vie.
In questo modo si può smontare un effetto e (volendo) modificare la stessa catena effetti, in modo piuttosto semplice ed immediato.

La catena effetti è quella già scritta all’inizio di questo articolo.

Da segnalare solo una modifica apportata all’ultimo momento: facendo dei test ho verificato che è molto utile avere uno switch per passare istantaneamente dal Tube Driver 1 al 2 (che normalmente vengono usati in configurazione clean e overdrive), evitando di dover avere un momento di sovrapposizione dei due TD.
D’altronde questa configurazione (con switch T1/T2) è la stessa usata anche da David sulla sua pedalboard… effettivamente dopo averla provata devo dire che è molto utile!
Quindi per i due Tube Driver ci sono due switch: uno che seleziona quale TD è in uso ed uno che accende il Td selezionato.

Una volta terminata la pedalboard, mi sono reso conto che purtroppo ci sono condizioni in cui può far comodo un “effetto” che io non apprezzo particolarmente: il Noise Gate; così ho deciso di aggiungerne uno selezionabile… in situazioni come ad esempio quando ci si trova con una alimentazione senza linea di massa, può far comodo per ridurre il rumore di fondo.

Sul pannello posteriore quindi troviamo: ingresso, uscita per tuner, send/return1, send/return2, send/return3, doppia uscita mono, regolazione volume generale, noise gate on/off, noise gate threshold, tre dc jack 9v (per alimentare i pedali del send/return)

A breve comincerò a registrare alcuni sample.

Stay Tuned

10 comments

  1. La cablatura è fatta molto bene si vede che ce ordine!!!Che dire….aspetterò i sample!!!!!!!!!Complimentii davvero Giampaolo!!!!

  2. Keres Contorni

    Super complimenti. L’articolo è scritto molto bene, le foto sono dettagliatissime. Quanta esperienza serve a creare una meraviglia simile? Quante notti insonne hai passato tormentato dai dubbi? 😛 Complimentissimi!!! Aspettiamo di ascoltare molti sound test!!!

  3. Marco Stefanello

    Semplicemente stupefacente!!! Complimenti… sarebbe favoloso provarla.
    A presto e grazie ancora per i mille spunti che ci offri.

  4. Che dire…STUPENDA!!! 🙂

  5. Pietro Porretto

    Come al solito, ogni volta che metti mano a qualcosa, te ne esci con un tocco di classe pazzesco 🙂 Ti faccio ancora i miei complimenti! Ciao e a presto!

  6. Seguo ogni tanto questo sito e la pagina su facebook, e mi ha appassionato questo progetto della pedaliera CORNISH Style. Attendevo qualche video o qualche clips, ci sono news in merito ?

  7. Ciao non capisco come fai a non avere ronzio di fondo con tutta quella roba pensa che io ho 2 distorsori (muff e rat) 2 OD e all’inizio catena ho un effectrode compressor e se gia metto insieme mufff e compressore non si capisce piu niente dal rumore di fondp che si crea di fatti sto pensando di rinunciare all’idea della pedalboard .
    se hai qualche consiglio su come ridurre il rumore te ne sarei grato.
    Un’altra cosa ma veramente non usi noise gate?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Content Copy Blocking powered by http://jaspreetchahal.org