PEDALBOARD V2 – Aggiornamenti #2

Qualche aggiornamento per la pedalboard v2 che stò realizzando.

Dopo qualche prova e test ho rivisto la catena effetti, che ora dovrebbe essere la seguente:

BUFFER : BUFFER (IC o TUBE)
COMPRESSORE : Demeter Compulator
(?) COMPRESSORE 2 : MXR Dynacomp
– S/R # 1 : NOTOALL Wah Wah w/ Reverse switch
DISTORSORE : Proco RAT2
MUFF : NOTOALL Creamy Solo
TUBE DRIVER #1 : BK Tube Driver (pulito)
TUBE DRIVER #2 : BK Tube Driver (overdrive)
EQUALIZZATORE : BOSS GE-7
FLANGER : EH Electric Mistress
CHORUS : NOTOALL Liquid Voice
PHASER : EH Small Stone
VIBE : VODOO LAB MIRCO VIBE
– S/R #2 : ERNIE BALL Volume
DELAY 2 : BOSS DD-3 con modifica Tape Echo Simulator (o IBANEZ DE-7)
DELAY 1 : BOSS PS-2
TUNER : Chromatic Tuner o Strobo Tuner

Le modifiche più evidenti rispetto all’ultimo aggiornamento riguardano l’eliminazione del secondo compressore e lo spostamento degli effetti della sezione modulazione (flanger, phaser, chorus, univibe).

Al momento l’unico dubbio che rimane è proprio relativo al secondo compressore: facendo qualche test ho visto che usato come sustainer/booster è poco funzionale in quanto quel “ruolo” è già coperto dal primo Tube Driver, che viene usato proprio come booster per i segnali puliti (David stesso ha tolto il Colorsound booster ed anche l’SS-2 quando ha aggiunto il secondo Tube Driver)…
…rimarrebbe quindi la possibilità di inserirlo come secondo compressore ad inizio catena: per ora ho provato il Demeter Compulator (sempre realizzato da me) e devo dire che mi soddisfa molto… addirittura “eccessivo” in quanto a gain e compressione in alcune circostanze.

Al momento sono indeciso se aggiungere il secondo compressore ad inizio catena, per dare maggiore corposità e sustain al suono, tenendo il tuner in alto sulla pedalboard (always on), oppure se togliere il secondo compressore (Dynacomp) e recuperare così come ultimo switch il MUTE che attiva il Tuner tipo TU-2 o TU300.

Spero di risolvere il dubbio a breve… ovviamente sono ben accetti consigli!

27 comments

  1. Scusami l’ ignoranza, ma com’è la modifica “tape echo simulator” per il dd3?

    • Giampaolo

      No quale ignoranza… io sono riuscito a capire effettivamente come si fa la modifica da una settimana, dopo che ci sbattevo la testa da mesi.

      Comunque la modifica permette di introdurre un progressivo deterioramente del segnale ripetuto, proprio per simulare il tape…
      …oltre ovviamente ad aggiungere un po di cremosità al sound!

      • Ah, ok! Sinceramente pensavo chissà cosa fosse (non per screditare, ma da come la poni sembra una cosa effettivamente semplice)… Senza dubbio da sperimentare… in attesa di un Binson… ^^

        • Giampaolo

          Beh dipende cosa si intende per semplice… bisogna comunque smontare il pedale, aprire il circuito stampato, dissaldare alcuni componenti e risaldarne altri con valori differenti!
          …il problema è stato anche capire cosa “smontare” e cosa “rimontare”

          • Si, senza dubbio… Solo che da come lo dicevi sembrava un po’ riduttivo (perlomeno per te). Certo, per me sarebbe un’ impresa epica solo dissaldare un componente… 🙂

  2. Comunque complimenti per il progetto!!! Buona realizzazione finale! 😉

  3. Ciao Giampaolo!!
    mi sapresti dire in cosa consiste la modifica fatta da Cornish sul ProCo Rat??
    Grazie!!

  4. Hai mai provato il micro amp della mxr? da una corposità eccezionale (a mio dire) e sul canale gain dell’amplificatore aumenta il drive, io ho un fender blues delux e grazie a questo pedalino, che ha un solo potenziometro, passo da un distorto blues ad un distorto molto rock anni ’70.. non aumenta il sustain però.. per il sustain uso il dynacomp on livello regolato a circa ore 10:00 e il level a ore 2:00…

  5. Due domande: perché il dyna? Per i suoni The Wall-style? Ma lo hai modificato Monte allums o lo hai lasciato di fabbrica? Perché non un bel cs2? Certo, se tra dyna e demeter andrei sul demeter togliendo il dyna, ma tra demeter e cs2… Se fosse così io proverei, giusto per sperimentare, solo il cs2. Mi pare che, pur non avendo mai fatto direttamente un controllo, il demeter sia un po’ più squillante. Comunque io personalmente (moolto personalmente) userei lo spazio vuoto per un face bc108…

    • Giampaolo

      Tra i tre… avendolo provato… il CS-2 è quello che mi piace di meno.
      Sicuramente il Demeter è il più bello tra i tre compressori… il Dynacomp potrebbe offrire un suono più scuro in alcuni momenti, ma non penso di usarlo.

      In effetti stavo già valutando se mettere un Fuzz vintage, magari al germanio…

      • Beh, e allora potresti provare a metterlo lì, se metti in aspettativa il dyna. Se devo essere sincero un fuzz vintage è l’ unica cosa che cambierei in quel setup, e poi non ti manca niente.
        Ah, hai mai provato a mettere sul rat la mod della monte allums?

        • Giampaolo

          Si conosco la modifica per il RAT ma preferisco usare la mia mod… rende il RAT molto più Gilmouriano.

          In realtà per il fuzz… bisogna anche capire a quale tipologia di sound ci si ispira, perchè il germanio è ovviamente più indicato per il sound più scuro, mentre il silicio è più indicato per un sound più aggressivo e squillante.
          In realtà nell’ultima configurazione usata da GIlmour, viene usato il Cornish G-2 proprio perchè è un pedale molto versatile che può essere usato come fuzz o come distorsore… quindi copre il “ruolo” di Fuzz Face e di RAT.

          Penso che un’ottima soluzione possa essere quella di fare una ulteriore modifica al RAT per farlo assomigliare ancora di più ad un G-2, magari utilizzando diodi al Gemanio per avere un suono più in stile Fuzz quando si usa una distorsione maggiore… in questo modo si avrebbe (come David) un unico pedale che copre entrambe le situazioni: Fuzz + Distorsore.

          • Già, infatti. Alla fine il G2 dovrebbe darti esattamente quella versatilità, e con i due td e il muff in pratica copri un ampio spettro di distorsioni.
            Comunque non sapevo il Rat lo avessi modificato di tuo, ecco perché ti dicevo della mod di M.A. (allora aspetterò con curiosità i tuoi samples; e appena riesco mi sento quelli che già stanno!) 🙂

          • Ma il G2 deriva dal RAT?

            • Giampaolo

              E’ piuttosto complessa la questione…
              …il G-2 è un effetto molto versatile e paticolare, che copre la gamma che va dal RAT al MUFF, passando per un FUZZ.

              Diciamo che le cose che più si avvicinano ad un G2 sono il PROCO RAT o il GREEN SOVTEK MUFF.

              Personalmente stò facendo dei test per capire se usare un RAT modificato (da me) o un clone green sovtek muff.

              • Giampaolo

                Al momento, comunque, dopo aver fatto qualche test preliminare, penso che la cosa che si avvicini di più ad un G-2 sia un BIG MUFF (triangle) con diodi al Germanio.

  6. ciao.
    cosa ne pensi del delay T-REX REPLICA?
    Gilmour lo usa nel tour Inglese e Europeo.
    (vedi sito http://www.gilmourish.com/?page_id=218)

  7. Io ti dico solo che il P1 a fianco del G2 hanno lo stesso layout… nessun IC sul G2.

    http://www.fileden.com/files/2008/7/22/2014005/castellorizon.mp3

    • Giampaolo

      Si sono molto simili e non ci sono IC perchè sono basati sullo stesso concetto del BIG MUFF…
      …per quello è difficile da imitare!

      • Ma prima nasceva da un RAT (era scritto anche sul post della pedal di Gilmour che vedo hai corretto), ora da un Muff, qual’è quello giusto?

        Eviterei di scrivere che un Cornish nasce da questo o quell’altro pedale visto che solo lui sà cosa combina… magari si può ipotizzare la tipologia di circuito ma il modello esatto no, quindi se scriviamo qualcosa è meglio citare le fonti sennò di rischia una cinfusione totale.

        • Giampaolo

          In primis, non ho corretto nulla… se guardi sulla guida agli effetti di GIlmour, album ON AN ISLAND c’e’ ancora la dicitura “Pete Cornish G-2 (elaborazione di Cornish partendo da un “Proco RAT2”)”

          Poi è bene capire che il Blog non è ne una testata giornalistica, ne editoriale, ne si vanta di avere alcun fondamento scentifico…
          …chi viene sul blog sa che le informazioni che trova sono il frutto di una continua ricerca di maggiori informazioni riguardo a temi che non sono “ufficiali”… cioè non hanno (spesso) fonti ufficiali alle quali attingere.

          Nel caso del G-2 ho semplicemente detto quello che nel mondo dei Gilmouriani si dice da tempo… il G-2 è un effetto che ha alcune parti in comune con un RAT…
          …è abbastanza ovvio che chiamandosi il pedale CORNISH G-2 la paternità dello stesso è solo di Pete Cornish.

          Tra l’altro negli USA ci sono alcuni rivenditori ufficiali dei pedali Cornish che offrono un servizio per la modifica del RAT2 in G-2… alcuni sembra rilascino anche un’attestazione dello stesso Cornish (ma questa cosa non sono in grado di dire se sia vera o meno).

          • Non dico che il lavoro sia sbagliato, ma citando le fonti, anche non ufficiali, uno valuta meglio se le fonti non ufficiali siano più o meno attendibili. Il mio è solo un consiglio, poi il blog e tuo e lo gestisci te, però su Gilmour se ne sentono tante di fregnacce che ogni tanto sarebbe meglio omettere certe fonti non attendibili e basarsi sulla propria esperienza visto che tu puoi farlo dato che costruisci pedali e puoi confrontare con circuiti alla mano.

            • Giampaolo

              E’ esattamente quello su cui mi baso.

              Al momento… dalle prove fatte… la cosa che si avvicina di più ad un G-2 è un RAT2 modificato nei condensatori che fanno il filtro…
              …dalle prove che sto facendo in questi giorni sembra che anche un Muff con qualche modifica (germanio) possa dare dei buoni risultati.
              Ora rimane da capire quale soluzione sia meglio per tirare fuori il sound migliore.

            • Giampaolo

              Comunque per evitare confusione ho cambiato la dicitura del G-2 (basato su RAT) in una più generale… molto simile ad un PROCO RAT.

  8. Scusami ma avrei un dubbio. Il Compulator lo vendono solo in USA, cioè dagli USA e quindi rischierei dogana, oppure in Europa c’è qualcuno che li tratta? O meglio ancora in Italia?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Content Copy Blocking powered by http://jaspreetchahal.org