LIVE IN GDANSK – Gli effetti di Gilmour

Continuiamo a parlare di LIVE IN GDANSK, questa volta per esaminare gli effetti che David ha usato in questo tour.

Come detto le atmosfere e le sonorità di questo tour sono molto più Floydiane rispetto a quanto ascoltato in precedenza (ad esempio Meltdown) … e quindi penso sia interessante capire se e in che modo David ha modificato la sua catena effetti.

Il sistema è sostanzialmente lo stesso usato per le registrazioni di “On the Island” e per il successivo tour ed è costituito dalla Pedaliera Peter Cornish custom (sn 0595) con l’aggiunta di alcuni effetti via send/return ed un rack effetti.

Questo l’elenco degli effetti e la loro sequenza:

Pete Cornish Tube Buffer
Demeter Compulator
– Send/Return #1 (Whammy)
Pete Cornish G-2
Pete Cornish P-1
BK Butler Tube Driver (pulito)
BK Butler Tube Driver (overdrive)
– Send/Return #2 (UniVibe)
Boss GE-7
– Send/Return #3 (Volume)
Pete Cornish Tape Echo Simulator
– Send/Return #4 (Delay MXR)
Pete Cornish Custom Stereo Chorus
Pete Cornish Tube Line Drivers

Il rack effetti, invece, ha questa configurazione:

Roland SDD-3000
Furman PL-8 power conditioner
MXR Digital Delay
Pete Cornish Sound on Sound
Digitech IPS 33B
Univox Uni-Vibe
Peterson R450 Strobe tuner
2 Avalon U5 mono instrument class A DI Preamplifier

A questa configurazione è stato aggiunto un Big Muff EH serie Ram’s Head ed un T-Rex Replica Delay, entrambe connessi alla pedalboard via send/return.

Trovate queste informazioni anche nella pagina dedicata agli effetti di David

One comment

  1. Grande Giampaolo, ero molto curioso di sapere quale fosse l’effettistica usata da Gilmour per questo Tour, a mio avviso veramente eccezionale. Grazie per l’articolo, a presto. Ciao da Fabio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Content Copy Blocking powered by http://jaspreetchahal.org