Il fattore di guadagno (GAIN) delle valvole

La sostituzione di una o più valvole (preamplificatrici) è probabilmente una delle modifiche più frequenti che, soprattutto i chitarristi, realizzano nei propri amplificatori o nei proprio effetti.

Analizziamo quindi come, al variare del fattore di guadagno delle differenti valvole, varia anche il suono che si ottiene.

Va precisato che qui si stanno considerando le valvole preamplificatrici.

Nella GUIDA ALLE VALVOLE abbiamo approfondito la conoscenza delle valvole, esaminando nel dettaglio le caratteristiche.
In questo caso il fattore che maggiormente ci interessa è il valore mu della valvola, che rappresenta il guadagno in tensione (GAIN) della valvola stessa.

Una prima considerazione da fare è relativa alla sostituibilità delle valvole stesse: non sempre infatti è possibile sostituire una valvola con una qualsiasi che abbia la stessa piedinatura, va considerato sempre il contesto in cui è inserita quella specifica valvola, ovvero il resto del circuito.

Ad esempio, mentre in un Tube Driver è possibile sostituire una valvola 12AX7 con una 12AU7 passando da un valore di gain di 100 (12ax7) ad uno di 19 (12au7), è assolutamente sconsigliato fare questa sostituzione in uno stadio di preamplificazione.

Vediamo quindi quale è la sostituibilità (consigliata) della valvole per gli stadi di preamplificazione.

 

CHANGE_TUBES

Tornando invece al fattore di guadagno delle valvole, ecco il raffronto tra i diversi fattori di guadagno per le principali valvole preamplificatrici.

GAIN_TUBES

 

Ma perchè si sostituisce una valvola con una con diverso fattore di guadagno?

Lo si fa per modificare il suono: valvole con diverso gain trattano in modo diverso il segnale, modificandone in modo sostanziale la dinamica.

Una valvola con maggiore fattore di guadagno produrrà una maggiore amplificazione e arriverà prima al crunch, mentre valvole con un minore gain offriranno un range maggiore di pulito.
Molto spesso, inoltre, il minore fattore di guadagno si traduce anche in un suono più caldo e rotondo.

In un preamp, ad esempio, sostituendo una valvola preamplificatrice 12ax7 (gain=100) con una 5751 (gain=80) si avrà una riduzione del 20% del guadagno, che si tradurrà in una preamplificazione più morbida e con un maggiore controllo sul pulito.
Ovviamente non parliamo di un aumento dell’headroom, ma piuttosto di un maggiore controllo sul punto di crunch, ovvero di un’espansione del range del pulito rispetto al volume.
E si può ovviamente anche pensare di fare il contrario, ad esempio sostituire una 12at7 (usata ad esempio come “reverb driver”) con una 5751 aumentando così il gain.

Nei Tube Driver poi le modifiche sono ancor più frequenti: il carattere del tube driver cambia radicalmente passando da una valvola 12ax7 ad una 12at7 o ad una 12au7.
Cambia il fattore di guadagno e con esso il modo stesso in cui viene trattato il segnale, passando da un overdrive più duro e graffiante (12ax7) ad uno più morbido e rotondo (12at7, 12ay7, 12av7, 12au7).
Anche in questo caso il cambio di valvola garantisce un maggiore controllo sul punto di crunch, portando ad un aumento del range del pulito rispetto al volume.

Personalmente nei miei Tube Driver uso valvole 12au7 (o anche 12at7) per avere una pasta sonora calda e morbida ed una maggiore gestione del gain, che mi permette facilmente di passare da una configurazione Boost ad un Overdrive.

Insomma, anche in questo caso, sperimentare è la parola d’ordine!

Un paio di considerazioni finali.

Il discorso riguardo le valvole è molto complesso e i fattori che entrano in gioco sono molteplici, oltre al guadagno (mu) andrebbero considerati anche l’impedenza di ingresso e di uscita dei vari stadi, le correnti in gioco, le polarizzazioni e molto altro.
Il risultate finale di un sostituzione di valvola con guadagno differente, dipende molto anche dal resto del circuito a cui si applica.

Soprattutto nella sostituzione di una o più valvole di un amplificatore il consiglio è di rivolgersi SEMPRE a tecnici specializzati: non tenendo in debita considerazione tutti i fattori c’è la seria possibilità di danneggiare l’amp o peggio di farsi male.

(un ringraziamento a Luca Cantarini e Roberto Martinelli della Longstone Technologies per la consulenza)

4 comments

  1. Articolo perfetto ! questa sera prove con il Tube Drive handmade. Vien quasi voglia di farne un altro con valvola differente.
    Domanda: secondo te, a parità di tipo di valvola, ci sono differenze rilevanti tra le varie marche ?
    Ciao Piero da Padova

    • Giampaolo

      Ciao Piero, grazie!
      Si a parità di tipo di valvola ci sono differenze tra la varie marche… alcune suonano più vetrose e fredde, altre hanno un sound più morbido e caldo.

  2. Antonio Cappelli

    Salve a tutti e complimenti per l’articolo, stavo pensando di montare un ECC803S sulla mia testata Engl Gigmaster E315 al posto della mia standard 12AX7 per avere un po’ più di clean, cosa ne pensate?
    Sto cercando di capire anche se dovrò regolare il bias sostituendo quelle di potenza (EL84) , nel web non riesco a trovare niente, consigli?
    Grazie

  3. articolo interessante , posseggo un Hiwatt T 20 combo sto valutando di sostituire le 12ax7 con le 12 at7 su quali marche mi posso orientare per avere un miglioramento timbrico ? grazie

Rispondi a Giampaolo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *