HEIL TALK BOX

Tra i moltissimi effetti usati da Gilmour ce ne sono alcune che, forse, lo caratterizzano e lo rappresentano più di altri… tra questi sicuramente possiamo far rientrare l’Heil Talk Box.

I brani in cui David ha fatto uso di questo effetto sono diversi, ma sicuramente quelli più importanti sono Pigs (Three Different Ones) e Keep Talking .

Ma come funziona un Talk Box ?

Si sarebbe (forse) portati a pensare che sia il pedale, nella sua box, a fare il caratteristico suono di un talk box… ma non è così, è la bocca (di chi suona) a realizzare il caratteristico suono.

Nalla scatola di un talk box troviamo, essenzialmente, uno speaker che riproduce il suono proveniente dalla chitarra, il suono viene poi opportunamente convogliato nel tubo; inserendo il tubo nella bocca si utiliza la cavità orale come cassa di risonanza, nella quale appunto risona il suono proveniente dalla chitarra.

Modificando la forma della cavità orale, attraverso i movimenti della bocca, viene modificato il contenuto armonico del suono.
A questo punto il suono originale della chitarra, modificato armonicamente dalla bocca, viene raccolto dal microfono e riamplificato.

Semplice e geniale!

Il talk box può essere usato in differenti configurazioni a seconda della tipologia del sistema di amplificazione che si usa per la chitarra.

Ed ecco, infine, un’uso magistrale del Talk Box di David Gilmour in Keep Talking

19 comments

  1. E’ un effetto spettacolare, anche se la prima volta che l’ho visto utilizzare ( proprio nel concerto qui riportato) mi ha inquietato un pò!! Non capivo come e cosa stava suonando!!!!
    Poi ho conosciuto Richie Sambora e mi sono acculturato meglio, il resto è storia!!:):)

    Un saluto a tutti!!

  2. Ciao Gianpaolo pensi che il talk box si possa usare anche con il basso, ovviamente con un effetto dist o synth?
    Come sempre impeccabile grazie ciao sei grande.

  3. ciao giampaolo.
    vorrei comprarmi questo “aggeggino”, però non ho la minima iodea dicome si usa…non essendo un pedale come gli altri a cosa lo devo attaccare? mi potresti illustrare tutti i collegamenti che dovrei fare per poterci suonare?grazie mille

    • Giampaolo

      Ciao Daniele,
      in realtà è piuttosto semplice da usare… (parlo sempre dell’Heil Talk Box), devi collegare l’ingresso dell’Heil Talk Box all’uscita speaker della tua testata o del tuo combo, in modo da poter pilotare lo speaker interno al talk box: fai attenzione alla potenza di uscita del tuo amp, lo speaker dell’heil talk box è 8 ohm, potenza nominale 100w ( 50w RMS).
      Il tubo del talk box va nella bocca… e va usato davanti ad un microfono che possa riamplificare il suono modulato dalla bocca.

  4. possiedo un combo Marshall e mi hanno regalato il talk box Heil ma non riesco a farlo funzionare.puoi dirmi come collegarlo?
    I jack sul retro sono:
    Emulated DI OUT
    FX RETURN
    FX SEND
    FOOTSWITCH
    Grazie

  5. ciao…anche io non ho capito bene il collegamento del talk box…l’uscita della testata come si chiama????cioè intendi l’uscita che può essere utilizzata per le cuffie???ancora grazie anticipatamente…

  6. ragazzi ma è questo il talk box che si parla in questa recensione??? http://www.thomann.de/it/dunlop_heil_talkbox_ersatzschlauch.htm

  7. ciao giampaolo ho appena acquistato un heil talkbox. ho la fortuna di lavorare come musicista e volevo utilizzare il talk box per il basso. il fatto però è che non uso ampli sul palco. lavoro in questo modo: basso—pedalame vario—D.I. box—mixer—impianto.
    suonerà bizzarro ma funziona bene come sistema! pratico spece nei periodi di tour. la mia domanda è: faccio una cazzata se collego il talk box nel send return del mixer? oppure (valido anche per un setup x chitarra): se collego il talkbox come ultimo pedale, quindi tra chitarra e ampli, è una boiata?

    grazie x l’aiuto

    • Sì Nick fai una bioata! il TB Dunlop NECESSITA di un segnale proveniente dall’uscita cassa di un amplificatore (a 8 ohm): lo stesso segnale che maderesti dalla testata alla cassa (alla fine E’ una cassa semi-muta)…quindi non la DI, non il send..ma l’uscita Cassa / Speaker output dall’amplificatore
      sopra c’è un bello schemino per il collegamento del Dunlop.

      Esistono tuttavia dei modelli di Talk box che sono invece studiati per essere utilizzati come semplici pedalini/stomp box.. a fine catena o nel send return..
      questi credo possano fare al caso tuo
      un paio di esempi sono il danelectro free speach o il rocktron banshee.
      più semplici e standard nei collegamenti rispetto al Dunlop

      • ok ricevuto. col basso non riesco a combinare nulla perchè quando suono con l’ampli uso un combo che ha una connessione diretta al cono, e quindi son fregato.

        entro nello specifico per l’uso con chitarra: ho una orange rockerverb 100 prima serie (non la mk2) e una cassa sempre orange 4×12. da quel che so la cassa è a 16 ohm ma possiede due entrate. la testata ha un’uscita a 16 ohm e due uscite a 8 ohm. la domanda è: SEMPRE AMMESSO che la cassa accetti una doppia entrata per funzionare in stereo (non ne sono sicuro perchè non trovo informazioni al riguardo), posso collegare le due uscite a 8ohm ai due ingressi della cassa così da poter sfruttare uno dei due collegamenti testata>cassa per usare il talkbox alla giusta impedenza?

        lo schema sarebbe quindi: -testata>uscita 8ohm>talkbox > ingresso n°1 della cassa
        -testata>uscita 8ohm>>>>>>>>>> ingresso n°2 della cassa

        ..o faccio il sequel di hiroshima?

        grazie per l’aiuto e scusa per la pezza

  8. non riesco a farlo funzionare 🙁
    entro con la chitarra nel combo
    dal combo alla talk box
    dalla talk box al secondo amplificatore
    ma al massimo riesco a far parlare le casse del secondo amplificatore con il suono della chitarra mentre dal combo esce il suono della chitarra normale… il che non assomiglia per nulla, ad esempio, al celebre “can you feel like I do” di Peter Frampton :/
    Perché? dove sbaglio?

    • Giampaolo

      Ciao… lo schema di collegamento è quello che vedi nell’articolo qui sopra.
      Hai il microfono? è il microfono (collegato ad un sistema di amplificazione) che amplifica il suono proveniente dal talk box.

      • …ma il microfono amplificherebbe più che altro la mia voce, dato che il suono proveniente dal talk box ece fuori dall’amplificatore che ovviamente non sta vicino alla mia bocca… anche perché se così fosse il microfono produrrebbe un feedback pauroso!!!
        Magari dovrei collegare il microfono nella talk box (?) oppure sbaglio qualcosa nei collegamenti del combo…forse dovrei utilizzare uno dei due ingressi footswitch per collegare il talk box nel combo… oppure non so… per giunta nello schema di collegamento qui sopra non lo dice… è un rompicapo ‘sta faccenda Giampaolo, dammi na mano

        • Giampaolo

          Il talk box funziona usando la bocca come cassa di risonanza, il tubo proveniente dal talkbox porta il suono della chitarra nella bocca, qui viene “modulato” dai movimenti della cavità orale ed il microfono serve proprio ad amplificare questa modulazione della bocca.
          Il microfono ovviamente poi è collegato ad un sistema di ampificazione, che è diverso dall’amp della chitarra.

          E’ esattamente come lo schema nell’articolo… il segnale prelevato a fine catena effetti, va nel talkbox e da qui riesce da una parte con il cavo normale jack per andare all’amp della chitarra e dall’altra con il tubo di gomma per andare nella bocca, qui viene modulato dalla cavità orale e viene riamplificato dal microfono collegato al sistema di amplificazione (PA System) o da un amp dedicato.

  9. Ciao Gianpaolo,

    ho una dr103 posso collegare l’heil alla seconda uscita della testata secondo te o fondo il talk box?

    Grazie, Gian

  10. Ciao Gianpaolo,
    complimenti per l’articolo.
    Ti scrivo per chiederti un consiglio su come collegare questo effetto, visto che me l’hanno regalato proprio ieri.
    Parto dalla strumentazione in mio possesso.
    Classica pedalboard di pedali, testata e cassa Marshall JTM60 (dovrei avere l’uscita a 8 ohm se non erro).
    Come collego la talk box a questa catena effetti?
    Inoltre volevo chiederti, serve per forza un microfono collegato ad un impianto audio per sentire il suono modulato dall’effetto o no? Per farti un esempio: a casa posso esercitarmi pur non avendo un mixer e casse audio?
    Volendo invece utilizzare un combo al posto della testata e cassa, posso comunque collegarlo alla catena effetti o mi serve per forza uno speaker esterno?
    Grazie 1000

    • Giampaolo

      Ciao Stefano, ti ho risposto già per email… ma riporto anche qui la risposta a vantaggio degli altri.

      Riguardo il Talk Box, le modalità di collegamento variano a seconda del tipo di effetto.
      Nel caso ad esempio del classico Heil Talk Box, se si usa una testata, l’effetto va collegato tra l’uscita della testata e la cassa.
      Nel caso invece del MXR M222 il pedale può essere inserito a fine catena, prima dell’amp.
      La cosa migliore è seguire le istruzioni del pedale che hai per i collegamenti.

      Riguardo invece il microfono, questo è indispensabile per il funzionamento del pedale.
      Inserendo il tubo nella bocca si utiliza la cavità orale come cassa di risonanza, nella quale appunto risuona il suono proveniente dalla chitarra.
      Modificando la forma della cavità orale, attraverso i movimenti della bocca, viene modificato il contenuto armonico del suono.
      A questo punto il suono originale della chitarra, modificato armonicamente dalla bocca, viene raccolto dal microfono e riamplificato.

      Il vantaggio di un pedale tipo l’MXR M222 è che si può collegare direttamente in catena e per fare delle prove in casa si può evitare il microfono, “ascoltando” direttamente il suono che esce dalla bocca.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Content Copy Blocking powered by http://jaspreetchahal.org