GILMOUR STRATOCASTER #0001

Anche se abbiamo già parlato di questa chitarra nella sezione dedicata alle strato di Gilmour, spesso molti di voi chiedono maggiori dettagli su questa chitarra unica… ho pensato quindi di aggiornare un po le informazioni sulla #0001 e riportare qui un articolo dedicato.
Ovviamente le stesse informazioni sono state aggiornate anche nella pagina dedicata alle Stratotacas di Gilmour.

Gilmour è in possesso di una delle chitarre più rare e più uniche della storia: la Fender Stratocaster #0001.

Diciamo subito, a scanso di equivoci, che non si tratta della prima Stratocaster mai costruita, infatti la numerazione seriale delle Stratocaster non ha sempre seguito l’effettiva cronologia produttiva.

La chitarra è stata prodotta nella seconda meta del 1954, così come riportato anche sulla data impressa sul retro del manico che è Giugno 1954 e quella su corpo Settembre 1954.
Nello specifico, sul manico è impresso il codice “TG 6.54” ad indicare che il manico è stato lavorato da Taddeo Gomez (liutatio Fender) nel Giugno 1954, sul corpo invece troviamo (scritto a mano) il codice “Mary 9.28.54” ad indicare che è stato lavorato da Mary il 28 Settembre 1954.

La chitarra ha un look veramente unico e particolare :
– corpo in colorazione Olympic White “aged” che conferisce sfumature uniche che vanno dal verde al celeste
– battipenna ad 8 fori in colorazione Anodized Gold
– ponte tremolo e placca per jack in colorazione Gold
– meccaniche Gotho nella classica colorazione Chrome

La chitarra monta 3 pickup Fender originali 1954 ed un selettore a 3 posizioni standard.
Le cover dei pickup così come i controlli di tono e volume sono in colorazione White.

Per quanto riguarda la storia di questa chitarra, il mistero si infittisce e forse rende questo gioiello ancora più brillante.

Ci sono diverse teorie sulle sue origini, la più accreditata sembrerebbe quella secondo cui il primo proprietario della chitarra è stato Leo Fender, il quale l’ha poi venduta a Seymour Duncan, che poi a sua volta l’ha venduta a Phil Taylor per circa 900 dollari.
Nel 1970 David ha comprato la chitarra da Phil Taylor.

Gilmour stesso in una intervista concessa al Guitarist Magazine nel 1986 ha spiegato come in quel periodo Phil stesse comprando casa e avesse bisogno di un “prestito”… cosi David non si fece scappare l’occasione e gli propose di acquistare la #0001.
Non si sa bene quanto abbia pagato la chitarra… ma comunque Phil comprò la casa!

Non ci sono molte immagini o riprese di David con la #0001 all’opera: una delle prime apparizioni sembra essere quella del 1978 in cui David uso la chitarra per le registrazioni el primo album solista di David.
Successivamente venne usata per altre registrazioni tra cui, nel 1979, per l’album “Back to the Egg” di Paul McCartney e per la canzone “So Glad to See You Here”
Si può ammirare la #0001 anche nel filmato realtivo alla jam session tenutasi negli Abbey Road Studios con Jeff “Skunk” Baxter nel 1991.

Infine nel 2004 in occasione del 50° Anniversario della Stratocaster si è tenuto un mega converto nella Wembley Arena, in cui Gilmour ha riproposto la mitica #0001.

9 comments

  1. Viene utilizzata da Gilmour anche durante l’intervista sull’Astoria: http://www.youtube.com/watch?v=yUUNHUd1ZUA&feature=related

  2. Scs il mio dubbio Giampaolo…ma…per andare “su” quando sta ancora cn la mano verso il 12° tasto e però “caccia” suoni cm se stesse con lo slide sulle corde vicino i pickup (spero di aver ftto capire quello che intendo) km fa? perchè si sente nettamente che c’è un passaggio di altezza di suono…per caso centra il reverse wah o il whammy? so ke forse nn è la sezione adatta per parlare di questo però mi sto mangiando dal dubbio…(in ogni caso uno strumento leggendario per un leggendario chitarrista..)

  3. Io mi sono fatto la precisa copia Giampaolo, è stupenda… Se vuoi posso mandarti delle foto, suona da Dio. L’ho fatta con corpo Alder di colore bianco vintage manico in acero Fender a V meccaniche Clunson chrome, battipenna dorato in metallo tutte le viti oro, ponte gotoh dorato, placchetta jack dorata, e Custom shop Fat 50′ come pickup. Mammia come sono belli, ho quello al manico sulla nera e mi piace da morire e non credevo che anche al ponte suonassero cosi bene, quasi mi piace più il Fat 50 al ponte che SSL5, ha un po meno spinto ma su i puliti o crunch suona scoppiettante da morire.

  4. Le devo inviare a te?

  5. Pietro Porretto

    hey giampaolo come ti avevo detto anche io la ho realizzata con body e manico relic !

  6. wow…non sarebbe mica male rifarne una come ha fatto gilmouryork…mi piace moltissimo anche a me(ero indeciso sui legni)…poi mi piace l”idea dei fat 50 che son belli croccanti/scopiiettanti…fateci vedere le vostre opereeeeeee!ciaoooo!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Content Copy Blocking powered by http://jaspreetchahal.org