GILMOUR SHORTENED TREMOLO ARM TUTORIAL

La Black Strat di David Gilmour è una chitarra molto particolare… ha subito molte modifiche nel corso degli anni che la rendono unica: tra le varie particolarità troviamo anche una leva del tremolo accorciata.

Anche la versione Fender Gilmour Signature è equipaggiata con una leva accociata replica di quella di David.

Ecco quindi un tutorial per tutti coloro che vogliano modificare la propria leva del tremolo in stile Gilmour Black Strat.

Il tutorial è stato realizzato dall’utente DB (Daniele) che colgo l’occasione per ringraziare a nome di tutto il Blog!

Ecco a voi il Tutorial.

 

David Gilmour shortened tremolo arm
by DB

Vi racconterò la mia personale esperienza, peccato non aver fatto foto durante la lavorazione per documentare i passi e le varie fasi. Non che ci voglia una scienza per fare una cosa del genere ma magari può essere d’aiuto a chi non l’ha mai fatto e ha intenzione di farlo.

A fine tutorial fornirò le misure della mia leva per chi le volesse utilizzare.
La mia leva sicuramente non è perfetta come quella del custom shop fender… ma sicuramente è perfetta per me… e questo è l’importante visto che la uso io!!
Voglio precisare che quando ho fatto il lavoretto, qualche anno fa, ancora non era uscita nessuna DG signature, nessuna misura o specifiche sulla leva del tremolo di David di conseguenza ho utilizzato un sistema totalmente empirico per raggiungere lo scopo.

In primo luogo facciamo l’elenco degli attrezzi che ci serviranno:
• Seghetto per il ferro (se non si è pratici meglio con un paio di lame di scorta…)
• Spugna imbevuta d’acqua per raffreddare la lama del seghetto
• Morsa
• Pinza
• Straccio morbido
• Pennarello indelebile

Per prima cosa togliete la copertura (tip) in plastica alla leva del tremolo

TUTORIAL 1

Dovrebbe svitarsi senza particolari problemi, talvolta però può risultare più difficoltoso, in quel caso aiutiamoci con una pinza facendo attenzione a non rovinare la plastica.
Avvolgete lo straccio attorno al cappuccio in plastica in modo che i denti della pinza non lascino segni sulla plastica…
In ogni caso se si dovesse rovinare se ne può acquistare uno nuovo visto il costo ridicolo.

Curvatura
Procediamo al montaggio della leva sul nostro ponte e posizioniamola come in figura 1 in modo che sia adiacente all’estremità sinistra del potenziometro del tono del PU al manico. Quello sarà, approssimativamente il nostro punto di curvatura (trattino blu in figura 1), con un pennarello indelebile segnate tale punto.

TUTORIAL 2

Smontate la leva del tremolo e bloccatela nella morsa con il segno preso in precedenza allineato con la fine delle ganasce della morsa stessa. A questo punto con le pinze posizionatevi come in figura 2 e piegate un po’ per volta la leva.
Di volta in volta rimontate la leva sul ponte e confrontate l’angolazione con l’originale (figura 1)

Di seguito la vista dall’alto della leva bloccata nella morsa (figura 2)

TUTORIAL 3

Bloccando la leva nella morsa fate attenzione a non rovinare la filettatura.

Taglio della leva
Una volta ottenuta l’angolazione giusta / desiderata procederemo al taglio della leva.
Prendendo sempre come riferimento la figura 1 prendiamo le misure tenendo in considerazione la “profondità” del cappuccio di plastica e facciamo un segno con il pennarello dove verrà effettuato il taglio.
Smontate la leva dal ponte, bloccatela nella morsa e procedete al taglio.

TUTORIAL 4

Ulteriore curvatura
Nel caso in cui vi rendiate conto che la vostra leva “spari troppo in alto” e di conseguenza non riuscite a suonare tenendo comodamente la leva nel palmo della mano procedete ad un’ulteriore curvatura.
In questo caso agiremo sull’angolazione a vostro piacimento/feeling facendo però attenzione a non esagerare.

TUTORIAL 5

A questo punto dovremmo aver finito, rimettete il cappelletto alla leva e rimontatela al ponte.

Ecco il lavoro finito

TUTORIAL

Spero di essere stato utile…
Ciao
DB

SCARICA IL TUTORIAL IN FORMATO PDF

42 comments

  1. grazie mille lo aspettavo con ansia…

  2. Ciao grazie per la scrupolosa e ottima esposizione su quanto fare.Volevo aggiungere che per levare il tip di plastica ,qualora dovesse risultare difficile levarlo,per non rovinarlo,basta metterlo nell’acqua bollente per qualche secondo e verrà via senza dolore. Ora non mi dite che ho fatto la scoperta dell’acqua calda…era solo per risparmiarsi l’eventuale acquisto di un altro tip….e di questi tempi risparmiare… e mantenersi l’ORIGINALE tip senza rovinarlo,non fa male! Siete grandi un saluto e buon lavoro

  3. Non male, grazie. Sarebbe utile conoscere le misure precise, se qualcuno le conosce, le scriva.
    Sono comunque dell’idea che una leva più corta è utile e più agevole, non intralcia il selettore del pick-up etc, ma bisogna tagliarla/curvarla in base alla propria mano e come ci troviamo meglio, non come ce l’ha Gilmour. 😉

  4. ciao ti volevo dire se una volta tagliata il cappuccio si rimonta tranquillamente dato che la leva presenta tipo una filettatura per avvitare il cappuccio

  5. grandissimo!! ora provo anch’io!

  6. ciao a tutti, è la prima volta che scrivo e volevo innanzi tutto fare i complimenti a Gianpaolo per questo sito davvero eccezionale.
    volevo solo chiedere una cosa…all’inizio è scritto che il cappuccio del tremolo si toglie svitandolo (quindi immagino ci sia un filetto in punta del tremolo non ancora modificato), se poi tagliamo la punta per accorciarlo come facciamo a rifare il filetto? il cappuccio lo incolliamo e basta?
    A parte questo è molto ben descritto e quasi sicuramente ci proverò anch’io!!!!

  7. grazie a tutti, sono contento di aver fatto qualcosa di utile 😉

    @stefano
    interessante “la scoperta dell’acqua calda”, la prossima volta proverò questa tecnica 🙂

    @ Fabio Nardozzi
    se vuoi posso darti le misure della mia leva.. ma non so quanto possano essere utili visto che come dici tu è importante realizzare una leva customizzata in base alla propria mano.

    @filippo & Frank
    Il cappuccio si rimonta senza problemi, tuttalpiù se vedi che si muove e si sfila con facilità puoi metterci una goccia di colla per fermarlo. Nel mio caso non è stato necessario 😉

  8. Ottima esposizione!
    La cosa che non capisco è perchè non comprarne uno già fatto da Callaham.
    Una cosa che ritengo fondamentale per qualsiasi replica che si rispetti della Black Strat è il blocco del tremolo Callaham che è più pesante del Fender (con maggior sustain) e la filettatura fatta in modo che la leva rimanga dove è stata posizionata senza avere il gioco che ha la Fender.
    Tutto rigorosamente imo.

    • Giampaolo

      Ricordo che la Black Strat di David NON usa un ponte Callaham ma un ponte originale Fender Vintage.

      • Il ponte non è esattamente originale, anche sulla DG Signature il blocco è stato sostituito.

        • Giampaolo

          Sulla Black Strat di David ti posso assicurare che è un Fender Vintage originale. Garantito.

          Poi ovviamente per chi vuole è possibile montare un blocco differente… magari più pesante… con evidenti vantaggi.

          • Scusa Gianpaolo ma allora non capisco perchè Phil Taylor e David Gilmour abbiano fatto montare al Custom Shop Fender un “Custom Beveled Tremolo Block” se l’originale monta, come dici tu, un blocco originale.

            • Giampaolo

              La Fender Gilmour Signature è un prodotto da vendere… il che non significa che sia fatto male… anzi…
              …però ovviamente parte da presupposti differenti da quelli con cui è stata (negli anni) costruita la Black Strat di David.

              La Gilmour Signature non è la Black Strat originale… ma una replica… se vogliamo prendere un riferimento dobbiamo prendere la Black Strat originale.
              Questa cosa vale per tutto non solo per il ponte… anche per i pickup (ad esempio) di cui abbiamo parlato tantissimo… quella della Gilmour Signature non sono gli stessi della Black Strat originale: non significa che suonino male… sono però differenti.

          • Sono il felice possessore di una dg nos e confermo che il ponte è Fender vintage originale!!!

    • la mia leva (ponte Fender Vintage) non ha nessun gioco…
      una elemento davvero importante, che molti sottovalutano, è la molletta presente nel foro d’incastro del ponte… quella molletta serve a non far ciondolare la leva.
      infatti si può notare come tutti i ponti hanno un adesivo tondo a chiusura del foro per non far cadere la molletta…
      altro elemento significativo è la cura che si ha nello smontare e montare la leva di volta in volta… farla entrare bene non rovinando la filettatura e sopratutto non forzandola a fine corsa.

    • Io ho un ponte vintage callaham compreso lo shortned tremolo arm, che a quanto dicono rispecchi le misure di quello di Gilmour, e mi trovo abbastanza bene anche se ho un mano leggermente più grande di quella di Gilmour,così ad occhio e croce. Ne ho un altro fatto da me,cioè un fender modificato da me e mi è stato facile perchè ho usato le stesse curvature che ho sul callaham e che sono le stesse ben presentate da Daniele B;ho variato leggermente la lunghezza cioè lo ho fatto per le specifiche della mia mano,leggermente 7mm+ lungo.Ma comunque alla base di quanto fatto ritengo che mano lunga o mano corta se bisogna accorciare il tremolo arm ,che si accorci alla Gilmour con le stesse misure della mano di Gilmour,sennò che s’accorcia a fà.Il fine dell accorciamento credo sia il fatto che il tip del tremolo non deve prorio combaciare con il centro del palmo della tua mano,Io credo,e parere opinabilissimo,che gilmour abbia accorciatolo per avere più spazio intorno alla sua mano, e poi una volta accorciatolo è anche meno pesante e quindi con maggior propensione a mantenersi in tiro quasi sospeso con poche avvitature o giri i fissaggio sul bridge block. Poi sapete che vi dico che un tremolo con stesse misure usate da Gilmour ,la Blackstrat,nell’area InputJack-potenziometri&selectorswitch ha una estetica più armoniosa e proporzionata…perciò tra i due che ho preferisco il più corto. Hasta la vista!

  9. @ gene.. per evitare il gioco della leva io ho usato 2 sfere della penna bic e le ho inserite nel foro per tremolo arm… beh sta perfettamente ferma in posizione e la puoi muovere come vuoi… solo che come ti dicevo rimane ferma nella posizione che preferisci….

    • Sfere o molle? La cosa mi interessa per l’altra Strat, potresti spiegare meglio?
      Btw il gioco di cui parlavo era riferito al lasco che ha la leva quando la muovi, non solo a quello che la fa cadere.

  10. io ho usato le sfere … rompi la punta della penna, le lavi, le insrisci nel foro e poi avviti la leva… e tac… il gioco è fatto. non sforzare troppo quando sei a fine corsa con la leva altrimenti sfiletti…

  11. That’s the way I did it too, the first time around that is… Until I acquired the correct equipment and materials to bend and construct an exact replacement that is even better than Fender’s original, mine is made out of Precision Ground 303 Stainless Steel and all bends are performed with a simple yet quite effective little bending tool. Now I offer these “David Gilmour” tremolo arms for sale for only $15.00 USD as well as complete starter kits to get your Black Strat project moving along nicely. Drop by and view my project at http://www.militarygearhq.com/dgbs.shtml.

    Regards,
    Craig Wells

  12. ciao volevo chiedere, io ho una stratocaster 2008 la leva orignale ciondola e non resta in posizione, e’ normale? e inoltre come posso fare per farla restare nella posizione che preferisco?, ho visto che qualcuno usa le sfere delle bic ma non vorrei fare cavolate!!

  13. salve,
    ho provato ad effettuare quest operazione di modifica del tremolo alla mia Fender Mexico Classic 50, ma mi sono accorto che il tremolo si inizia a deformare, ma un po’ troppo forzatamente e per evitare di buttare tutto non ho osato continuare e ho lasciato stare le cose così.
    Per tanto mi chiedevo se c’è qualcuno che vende questo tremolo già bello e fatto, con la filettatura compatibile con il tremolo del ponte della mia Fender, oppure c’è qualcuno che possa realizzarlo… naturalmente pagando il lavoretto fatto!!!

    PS. Ho dato un occhiata al tremolo corto che fa la Callaham: sapete dirmi se acquistandolo la filettatura di questo tremolo e compatibile con il ponte della mia Fender Mixico?

  14. salve,
    ho provato ad effettuare quest operazione di modifica del tremolo alla mia Fender Mexico Classic 50, ma mi sono accorto che il tremolo si inizia a deformare, ma un po’ troppo forzatamente e per evitare di buttare tutto non ho osato continuare e ho lasciato stare le cose così.
    Per tanto mi chiedevo se c’è qualcuno che vende questo tremolo già bello e fatto, con la filettatura compatibile con il tremolo del ponte della mia Fender, oppure c’è qualcuno che possa realizzarlo… naturalmente pagando il lavoretto fatto!!!

    PS. Ho dato un occhiata al tremolo corto che fa la Callaham: sapete dirmi se acquistandolo la filettatura di questo tremolo e compatibile con il ponte della mia Fender Mixico?

  15. Cià Giampa…

    ho quasi finito la mia replica (ed insieme al mio nuovo Hiwatt SA2x12 combo con i coni Fane e la collezione di pedali… suona da sturbo).

    L’unica cosa “deviata” che farò è che lo switch lo fisserò nel vano molle invece che bucare il parapenna.

    Volevo chiederti un paio di cose sulla leva:

    1) per accorciarla non c’è dubbio che deve saltare la filettatura del tip… quindi poi il tip come lo fissi… con della colla? oppure crei uno spessore di nastro isolante nuova “punta” della leva?

    2) la sensazione che ho io è che la filettatura interna del tip non sia proprio sulla punta del tip; in altri termini: la lunghezza totale della leva è determinata dalla parte metallica più circa 1cm o poco più di tip di plastica. A questo punto la domanda è: come prendere il riferimento per il taglio della leva

    3) ultima cosa:la misura totale di 4,25 pollici della leva di DG è presa “in linea d’aria” (dal “gomito” iniziale alla punta del tip ignorando la piegatura) oppure come somma dei due “segmenti” che si “incontrano” nella piegatura?

  16. Salve a tutti. Per ovviare al problema del cambio batteria 9V del kit EMG DG-20
    si puo’ ovviare a una piccola modifica sacrificando la piastrina del JACK sul BODY della STRATOCASTER.
    Smontando le 2 viti di fissaggio si puo notare che dietro la piastrina esattamente tra il foro della vite a monte della presa JACK,ovvero quella in corrispondenza della MANOPOLA DEL TONE, e la presa JACK ; abbiamo all’incirca 20mm di spazio disponibile per montarci un’altra presa jack da utilizzare come alimentazione (9V) per il circuito dei pickup EMG.
    Per chi ha un po’ di dimestichezza con l’elettronica basterebbe acquistare uno spinottino (come quello delle auricolari dei walkman MONO) ma piu’ corto, per capirci meglio non deve essere piu’ lungo di 10-11 mm,acquistarne uno possibilmente a L. Ovviamente bisogna acquistare anche la presa jack adatta.
    Quindi dopo aver forato la piastrina e fissata la piccola presa jack , saldare i cavetti che provengono dal circuito interino dei pickup,quelli della batteria, facendoli passare dal foro nell’incavo del body. Rimontare il tutto per bene.
    Ora premettendo di aver gia’ comprato un po’ di cavo telefonico(1/2 mt) che ha 2 fili della giusta dimensione salderemo i 2 capi al piccolo JACK facendo attenzione a rispettare le stesse polarita’ della presa Jack sulla piastrina!!! all’alto capo salderemo i 2 cavi all’adattatore per collegare la batteria da 9 V quello standard insomma come quello che troviamo gia’ installato al circuito EMG.
    TIRANDO le semme si potra’ fissare questo cavetto volante al cavo Chitarra/Amplificatore. Io personalmente ho gia’ la tracolla come quella di gilmour che usa sulla Balck Strat. Ho aggiunto uno di quelle custodie per telefonini delle stesse dimensioni della batteria 9V sulla tracolla, all’altezza della mia anca destra, un lavoretto fatto per bene,semplice, collegando il tutto il gioco è fatto.
    Cosi’ è possibile scollegare il piccolo jack togliendo i 9 V al circuito, e inoltre eviteremo di svitare il battipenna tutte le volte per cambiare la batteria.
    Se la modifica,a mio parere, viene fatta con pazienza e precisione è molto utile e non rovina di molto l’estetica della STRAT. Un saluto a tutti. CIAO.

  17. Salve, chiedo scusa a tutti, mi rifaccio alla piccola modifica alimentazione 9V EMG.
    Ho dimenticato di specificare che montando la piccola presa Jack sulla piastrina non deve entrare in contatto con il jack cavo chitarra/amplificatore inserito.
    Inoltre la presa jack che installeremo deve essere isolata dalla piastrina stessa,magari usate rondelline di plastica. Ciao.

  18. Lord Dave Gilmour

    Scusate la domanda ma è possibile trovare la leva tremolo corta come pezzo separato? Così per curiosità! E se possibile dove potrei acquistarla? Grazie in anticipo

  19. QUEL LAVORETTO LO FECI TANTISSIMI ANNI FA’ PERCHE’ LA LEVA INFASTIDIVA…POI L’HO ANCHE BLOCCATA..NON SAPEVO CHE OGGI PUO SERVIRE…………..PER ME ERA GIA ‘UTILECOSI’ ALL’EPOCA ……………………………SOLO.. PRECURSORISIMO….FORTUITO…..CASUALE..

  20. NON IMPALLIDITE O GIOVANI..CON LE VOSTRE STRATO SE SENTITE UN SUONO ORIGINALE..O DIVERSO..E VI CHIEDETE…COME AVRA’ FATTo…”””””?????suonate ..suonate tanto sperimentate—tutto e’ valido–qualsuasi cosa..ancheun bicchiere d’acqua buttata sui pick up che creano uno sfregolio.qualsiasi cosa..maSUONATE ..SPERIMENTATE..”OSATE”…QUESTO E’ IL CONSIGLIO CHE MI SENTO DI DARE……………..

  21. ok. ho modificato la mia leva in modo eccellente. Grazie 1000 per l’aiuto e per la bellissima guida

  22. stavo “passeggiando” tra le pagine di questo sito.. e ho notato una cosa: eccessivo accanimento per quanto riguarda i particolari più stupidi di un grande chitarrista come gilmour! ragazzi qui stiamo parlando di un martimonio perfetto tra tocco, timing, orecchio, cuore e tutto il resto!!! non di una sottospecie di chirurgo pazzo che insegue un inesistente suono perfetto! si, ok, tutti conosciamo la cura del suono che david gilmour aveva.. ma attenzione!! viene per ultima! prima ci sono le mani, prima ancora le orecchie e prima ancora il cervello!! non distraiamoci da ciò che più importa.. asd!

    • Giampaolo

      Ciao PacMan,
      se continui la passeggiata sul blog, troverai decine di miei interventi che dicono più o meno sempre la stessa cosa: non sono gli strumenti a fare il suono, ma l’anima!
      Ho più volte consigliato ad amici e frequentatori di questo blog di abbandonare l’idea di “copiare” alla perfezione il setup di Gilmour nella (vana) speranza di ottenere lo stesso suono, dedicando tempo invece alla ricerca del proprio sound e del proprio soul… che può essere ispirato si a Gilmour, ma mai esserne la (brutta) copia.

      Quindi per quanto mi riguarda sono assolutamente d’accordo.

      L’idea di queasto blog è proprio quella di studiare e conoscere meglio alcune tecniche, per poi sviluppare un proprio sound ed un proprio percorso.

  23. Ripeto.. mi sembra che ci sia un’eccessiva distrazione dovuta all’attenzione posta a questi suddetti “futili particolari”. Sono convinto che in buona fede, tutti voi siate consci del fatto che questi particolari hanno un’importanza successiva rispetto agli altri “principali pregi” di Gilmour. Sono altrettanto sicuro che la gran parte di voi (chitarristi adulatori di un chissà quale Dio) vi perdiate in questi particolari futili, dimenticando invece di notare, apprezzare e assimilare tante altre piccole grandi cose che rendono un chitarrista qualunque, un CHITARRISTA. E questo Gilmour, non lo condividerebbe affatto. Di gente così ne è pieno il web (youtube in primis).. Sarebbe ora di cambiare! Nel corso degli anni, mi sono reso conto di suonare molto più “alla Gilmour” adesso, con un semplice overdrive e un pedale del volume, rispetto a qualche anno fa, con una miriade di suoni ed effetti vari.. E’ chiaro (e se non lo è dovrebbe esserlo) che il suono sta quasi esclusivamente nelle mani e più in generale dentro di noi; senza aver capito questo concetto, è inutile soffermarsi su qualsiasi altro argomento. Non solo è inutile, è anche controproducente! Perchè come dicevo all’inizio, distrae la nostra attenzione dai particolari più importanti, che dovremmo sempre considerare. Se dal mio piccolo posso dare un consiglio (in termini chitarristici ovviamente), è quello di non perdere tempo dietro a storie inutili; non c’è tempo da perdere, perchè per imparare tutto quello che c’è da imparare da gente come Gilmour, non ci basterebbe una vita intera! E su questo, siamo tutti d’accordo.

    Keep on’ .. 😉
    PacMan

  24. Guardate.. tempo fa ero incappato in questo di video: http://www.youtube.com/watch?v=2-pAMaN3fTM
    Non so chi sia il chitarrista, ma è la prova del fatto che senza troppe storie, con un bel distorto e un buon tocco si riesce a suonare più che bene! Questo tizio non è un chitarrista particolarmente bravo ovviamente, ma secondo me ha colto i lati importanti di sua maestà Mr. Gilmour. E’ un buon esempio!

  25. Ciao Giampaolo,

    Volevo sapere come si fa a bloccare la levetta del tremolo.
    Grazie.

    • Giampaolo

      Ciao puoi tenere la leva bloccata a fine filettatura…
      …oppure utilizzare qualche trucchettto come ad esempio quello del nastro adesivo sulla parte filettata…
      …se ne parlava parecchio tempo fa anche qui (non ricordo se in questo articolo o in un altro)

      • ci sono delle apposite molle da inserire nel foro della leva per farla rimanere in posizione, costo pochi centesimi ,
        non vorrei mettere un link diretto, ma se fai una ricerca ” molla leva tremolo ”
        la trovi facilmente, e risolvi il problema.

  26. @frank 97
    Le molle puoi trovarle in qualsiasi negozio che venda chitarre, che si possa definire “decente”, al prezzo di circa 0,50€ cad. Devi solo fare attenzione, dopo aver smontato la leva per riporre la chitarra, che la molla non cada simpaticamente fuori dal foro… Comprale a 10 alla volta (esperienza diretta!) e metti un pezzetto di orribile nastro adesivo sul foro… Se invece sei un inguaribile dandy, acquista delle elegantissime piccole etichette autoadesive tonde!
    Il metodo del nastro adesivo sulla filettatura funziona, peraltro, egregiamente…

    Saluti!
    Luke

  27. Ok grazie a tutti!

  28. Ciao Giampaolo,
    spero che tu abbia una risposta al mio interrogativo.
    Ieri stavo suonando la mia strato mexico classic 50 quando ho sentito che la leva del tremolo (ovviamente shortened grazie a questo tutorial xD) faceva strani rumori tipo scricchiolii. Allora ho svitato la leva e ho visto che in effetti il buco era molto sporco. A pulizia fatta riavvito la leva e spiacevolmente noto che, a differenza di prima, ora oscilla liberamente a ogni piccolo spostamento della chitarra. La leva era stata da sempre ferma in posizione, non ho mai avuto problemi di gioco..mi viene da pensare che sia caduta la famigerata molla che impedisce alla leva di muoversi..e invece oggi vado a controllare per bene e vedo che la molla è li, e c’è sempre stata. Il problema l’ho risolto comunque mettendo dello scotch sulla filettatura, ma non riesco proprio a capire cosa abbia fatto sì che a distanza di mezz’ora la leva da fissa che era volteggiava allegramente sopra i pot. Quando ho preso la molla ho visto che in era impossibile comprimerla..credo che il meccanismo di funzionamento della molla consista nello spingere la leva verso l’alto in modo che per attrito la leva resti ferma…ma possibile che la molla si sia deformata nel giro di 5 minuti? sarebbe stato un processo lento e me ne sarei accorto che ogni giorno la leva diventava sempre più libera..non riesco proprio a capire che cavolo è successo…qualche idea?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Content Copy Blocking powered by http://jaspreetchahal.org