DELAY o ECHO (TAPE ECHO) ?

Anche se spesso vengono usati come sinonimi, i due termini DELAY ed ECHO (ECO) hanno in realtà significati differenti.

Cominciamo con il dire che molto frequentemente parlando di DELAY si intende DELAY DIGITALE, mentre parlando di ECHO si intende DELAY ANALOGICO.

Ma quale è la differenza ?

Il DELAY sostanzialmente è un effetto che permette di “memorizzzare” il segnale in ingresso e di riprodurlo, spesso in aggiunta al segnale originale, una serie di volte con un determinato ritardo temporale.

La differenza tra un DELAY (digitale) ed un ECHO (analogico) sta proprio nel modo in cui viene trattato il segnale ripetuto: per capire meglio di cosa parliamo, bisogna fare un passo indietro.
I primi DELAY (analogici) erano realizzati con un nasto magnetico (tape) sul quale veniva registrato il suono in ingresso e veniva poi riprodotto diverse volte con un predeterminato ritardo.
L’uso del nastro, il suo deterioramento e le modalità stesse con cui erano costruiti i primi delay, conferivano al suono una particolarità precisa, che poi è ancora oggi quella che differenzia un ECHO da un DELAY: il progressivo deterioramento del segnale ripetuto.

Non parliamo quindi della diminuzione del volume del segnale ripetuto (che avviene anche nei Delay digitali) ma di vero e proprio deterioramento del segnale… nel delay analogici (echo) il segnale ripetuto oltre a diminuire di volume diminuisce progressivamente anche in definizione… viene, come si dice, impastato.

Questa caratteristiche è la sostanziale differena tra un delay analogico e digitale: nel delay digitali il suono e sempre molto definito e trasparente, caratteristica che spesso fa sembrare il suono troppo artificiale… l’echo, invece, detereriorando progressivamente il suono, conferisce al delay un sound più vintage e caldo.

Personalmente mi piace usare die differenti delay proprio per avere antrambe gli effetti: un DELAY DIGITALE per i suoni più squillanti e freddi (alla RUN LIKE HELL per intenderci) in cui si usa anche un maggior ritardo ed un ECHO per quasi tutto il resto, in modo da avere un sound molto più caldo e vintage.

22 comments

  1. ed ecco che viene chiarito un’altro dubbio… già che si citava run like hell com’è possibile ottenere quella bella coda di delay stile pulse… quando la suono la mia è decisamente più corta in stile The Wall Live… aumento il feedback del delay ma mi si impasta il suono e basta… magari il suono di david viene rielaborato con ulteriore delay nel P.A. ???????

    • Giampaolo

      Come è settato il tuo delay ?

      Considera che un buon setting per un Digital Delay per RUN LIKE HELL potrebbe essere
      TIME 380ms | Bass 50% | Treble 80% | Feedback 55% | mix 40% |

  2. ok io time 400 ms feedback ore 10 mix vario a seconda di come mi gira… spesso però abbondo…. allora provo a cambiare quei valori.. secondo te ci stà un poco di chorus o flanger rigorosamente appena accennati? secondo me si…

  3. Ciao Giampaolo, cosa ne pensi del TC Electronics Nova Delay ( http://www.tcelectronic.com/NovaDelay.asp )? L’hai mai provato?

    • Giampaolo

      Ciao,
      sicuramente il Nova Delay è un gran bel pedale… come d’altronde molta della produzione di alto livello della TC.

      Sicuramente il NOVA DELAY è un pedale dalle molte possibilità e quindi non molto intuitivo nell’uso, diciamo che il meglio lo si tira fuori smanettandoci un po…
      il che significa però che è poco utilizzabile all’interno di una pedalboard.

      Comunque sicuramente un bel giocattolino!

  4. L’ho provato il Nova delay e mi e’ risultato molto freddo, le ripetizioni sono, a mio parere troppo digitali, a me personalmente e’ piaciuto per la capacita’ di impostare
    i parametri facilmente e visivamente, ma come sound preferisco il t rex replica, anche questo e’ digitale ma ha un altra pasta, e ovviamente costa un po’ di piu’,
    per i settaggi memorizzati uso un vecchio intellifex prima edizione, e suona molto ma
    molto bene.

    • Giampaolo

      Quasi tutta la produzione TC ha quel sound… una gra quantità di parametri modificabili con un sound Digitale… che più digitale non si può.

      Ci sono sul mercato diversi prodotti di fascia alta, con delle potenzialità spaventose, ma con un sound gelido: un nome su tutti Axe-Fx, una potenza di fuoco impressionante (così come il costo) ma con un sound piuttosto polare… però se volete suonare come “The Edge” è il TOP!

  5. Boss DD2 o DD3 = GILMOUR Delay
    BOSS GFX 700-caratteristica di questo Delay è l’essere molto rumoroso quasi zanzaroso perciò adatto per cose più elaborate alla Gilmour.
    Mi pare. Che dite?
    CIAO…CIAo…CIao…Ciao…ciao !::.:..:.:……

    • Giampaolo

      Boss DD2/DD3 con opportuna modifica è sicuramente un ECHO alla Gilmour.

      Cornish stesso in molte interviste dichiara come il suo T.E.S. (Tape Echo Simulator) usato anche da David sia basato sul DD-2 opportunamente modificato.

  6. Ciao ragazzi

    Anch’io come Giampaolo preferisco (avendone la possibilità) di avere un Delay Analogico (o Echo) che uso per la maggior parte dei brani e comunque su tutti (o quasi) gli assoli (dimenticavo sto parlando dell’EH DLX Mamory Man).

    E poi mi piace anche avere un Delay digitale (bè, in realtà ne ho 2) che uso quando ho appunto bisogno di ripetizioni che si degradano poco (come diceva giustamente Giampaolo tipo su Run Like Hell oppure su Take It Back) oppure se ho bisogno di un ritardo molto lungo e preciso, tipo per l’effetto Sound On Sound.

    Per quanto riguarda i digitali uso il T-Rex e il Nova Delay della TC Electronic,
    il T-Rex è un ottimo Delay digitale, semplice e molto efficace (anche se sugli assoli con distorsioni preferisco sempre il Mamory Man), versalitile perchè copre ritardi tra i 12 e i 1500 millisecondi, e sui suoni puliti con la manopola del “level” (che sarebbe il guadagno) sotto la metà, è formidabile.

    Il Nova Delay a parer mio (anche se qui ho letto cose poco lusinghiere nei suoi confronti) è un gioiellino di tecnologia, secondo me non è per niente “molto freddo” (caro Sengio, eh eh eh, o lo sai Io rispetto tutte le opinioni anzi mi piace molto avere questi scambi di idee, poi proprio a te che mi hai fatto i complimenti per la “mia Creatura”….. ah, naturalmente non è “caldo” come il Memory Man).
    Certo non è intuitivo ma quando inizi a capire come funziona ti ci diverti davvero io principalmente lo uso (come ho scritto in qualche altro post, sempre qui,) per il Sound on Sound o quando voglio sfruttare gli effetti particolari sui, tipo il pan, il reverse, o il ping pong, avrete capito che è stereo e la cosa può anche tornare utile, ma non è true bypass, se la cosa può interessare.
    Certo di sicuro non è un Delay che mi sento di consigliare come unità Echo principale, però come seconda sì.

    Salutoni dalla Sicilia
    Salvo

  7. Mi domando se ci sia qualche pedale non modificato nella catena di Gilmour. 🙂

  8. Ciao Giampaolo!!!
    potresti consigliarmi qualche delay per emulare il sound di David in particolare per avere le sonorità di Run Like Hell??
    Un delay che abbia sia le impostazioni manuali e da settare come nel caso di RLH sia il Tape Delay in modo da poterlo utilizzarlo in vari generi ed occasioni.
    Nicola85!!

  9. io per il delay uso il behringer dd400, giampaolo tu come lo vedi? a me diciamo che mi soddisfa il suo lavoro lo fa abbastanza bene ma sono sempre in cerca di qualcosa di meglio :p

    • Giampaolo

      Gli effetti Behringer sono spesso delle ottime alternative, perchè offrono pedali molto molto simili (per non usare altri termini…) ai più blasonati Boss ad un prezzo molto molto inferiore.

      Poi ovviamente si puà sempre migliorare!

  10. Vorrei provare il TC Elettronic….. lo hai mai testato?? cosa mi dici??

  11. Ciao Giampaolo,
    Domanda: Per un principiante agli inizi che vuole comprarsi i pedali per avvicinarsi al suono Gilmour che delay consigli (escluso run like hell di cui hai già parlato) per suonare pezzi dagli album The Wall, Animal, Echos, The dark side of the moon, e wish you were here?
    Ciao

    • Giampaolo

      Mah guarda… come ho ripetuto spessp, non esiste il pedale perfetto… ogni effetto va valutato all’interno della catena nella quale andrà poi a lavorare… ed anche la chitarra e l’amplificatore utilizzati fanno la differenza.

      Detto questo c’e’ da dire che gli album da te citati appartengono in realtà a due diverse tipologie di delay gilmouriano… fino ad Animals David ha suonato con un effetto molto più “ECHO” mentre dopo Animals ha cominciato ad usare un delay via via più pulito… più digitale. (è una semplificazione estrema, ma più o meno rende l’idea)
      Quindi in realtà avresti bisogno di un pedale che possa offrirti entrambe i sound.

      Sicuramente, visto che parli di “inizi”, consiglerei l’IBANEZ DE-7 un ottimo pedale, con un costo molto onesto (se poi lo trovi usato fai anche l’affare) che potrà darti sia i soni tipici del Delay Digitale sia i suoni di un Echo d’annata.

      • Grazie per la risposta… ero orientato su EHX memory man e TC nova delay, (spesa notevole) ma siccome sono agli inizi e l’ibanez non lo avevo considerato mi strafido della tua esperienza, e visto il prezzo 63 circa euro è un ottimo compromesso… sul sito ibanez ci sono le demo e sembra buono… lo ficco nel send return dopo il chorus.
        Poi in futuro se dovrò accompagnare gilmour mi comprerò i due citati sopra 🙂
        Grazie

  12. A proposito di Delay ho di recente acquistato usato ovviamente, il mitico TC 2290 in discrete condizioni, ed il suono e’ ancora davvero fantastico, ma non riesco a mantenere
    i programmi editati a causa di un errore #13 che significherebbe la sostituzione della
    Batteria interna di memoria, qualcuno sa’ indicarmi dove reperirla? Grazie.

  13. Ciao Gianpaolo, cosa ne pensi del Boss Re-20 insostituzione del binson echorec?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Content Copy Blocking powered by http://jaspreetchahal.org