BK – CHANDLER Tube Driver: due nomi, un pedale.

Questa non vuole essere una recensione di quel fantastico pedale che è il BK Tube Driver (anche perchè c’e’ già una mini-recensione pubblicata che potete trovare qui BK TUBE DRIVER) piuttosto un breve articolo per chiarire meglio un equivoco che, a volte, si genera riguardo al nome.

Spesso in molto mi chiedono: ma che differenza c’e’ tra il chandler ed il bk… quale è l’originale e quale la copia ?
Nessuna copia.

Nei primi anni 80 in USA la Chandler iniziò la commercializzazione di un pedale Tube Driver, chiamato appunto Chandler Tube Driver.

Dietro questo pedale, tuttavia, c’era proprio Mr. Butler.

La commercializzazione del Chandler Tube Driver, fu piuttosto burrascosa: sebbene ci fosse una collaborazione tra la Chandler e Mr. Butler, all’atto della commercializzazione la Chandler rivendicò la proprietà del progetto, mentre Mr.Butler denunciò la Chandler di aver “copiato” il suo progetto.
La storia finì in tribunale.

Da un punto di vista tecnico il Chandler Tube Driver soffriva di una EQ un po’ chiusa e poco brillante ed anche di qualche loop di massa; segno evidente che lo sviluppo del pedale non fu seguito fino alla fine da Mr. Butler.
Tanto è vero che quando poi Mr.Butler (forte anche della sentenza favorevole del tribunale) iniziò la produzione e la commercializzazione del suo Tube Driver, le differenze più evidentierano proprio l’assenza nel BK dei problemi che affliggevano il Chandler.
La nuova produzione, quindi, porta come marchio proprio il nome (BK) del suo ideatore.

Guardando il pedale, esternamente, è rimasto sostanzialmente lo stesso di quello dei primi anni 80… ad eccezione (ovviamente) del logo!

Tecnicamente il BK è molto simile al Chandler (che era sempre Butler!) avendo però una equalizzazione molto più aperta e un sound più aggressivo… e senza i problemi di loop di massa.
Il sound è molto personalizzabile, oltre che con l’EQ del pedale, anche attraverso il cambio della valvola utilizzata.

Il BK nasce con una 12AX7 che rende appunto il sound molto rock… passando ad una valvola tipo 12AU7 o 12AT7 si ottiene un sound più morbido e vicino al blues.

Il BK Tube Driver è un pedale unico… e il merito è tutto del suo ideatore Mr. Butler!

14 comments

  1. ciao a tutti ,io ci ho parlato di persona…e mi ha detto che i pedali non l icostruisce all”infinito….fino ad esaurimento….cioe” da un giorno all”altro potrebbe smettere….ahhhhh se ne avessi uno!purtroppo ancora non ce” l”ho…ce qulcuno del blog che ne possiede uno?come suona????ciao

  2. Sacusate ma questo è quello che usa anche Eric Johnson o sbaglio?

  3. Ciao Giampaolo, ho un pedale TUBE DRIVE preso da mr Butler qualche mese fa, bel suono, una distorsione che definirei “precisa”, fin dai valori più bassi di gain, anche se so di non rendere bene l’idea così a parole….
    Mi piacerebbe avesse una runorosità di fondo più bassa però…. tu ne hai uno? com’è messo al riguardo?

  4. Ciao a tutti e complimenti a Giampaolo per il sito!!!
    Voglio fare un paio di domande a chi ha più esperienza di me visto che sono un chitarrista agli inizi ed essendo malato anch’io per la musica di zio David, vorrei costruirmi la mia attrezzatura indirizzata al suo suono (per ora ho una les paul con i P90 e un ampli fender deville), per quanto riguarda l’effettistica è meglio indirizzarsi su un multieffetto come il line6 m13 (è sufficente o eventualmente è da integrare con qualche altro effetto più specifico) o è meglio con calma costruirsi la propria pedaliera un pedalino alla volta, magari costruirseli da se partendo proprio dal tube driver….. magari!!!
    Grazie anticipatamente per i consigli che mi arriveranno e grazie ancora a chi vuol condividere la propria passione ed esperienza… raro di questi tempi!!!
    Ciao
    Silvano

    • Giampaolo

      Ciao Silvano,
      grazie dei complimenti e benvenuto sul blog.

      Riguardo l’effettistica, così come per tutto il resto… io amo ripetere che non ci sono soluzioni generali valide per tutti: il suono è una ricerca continua, su una strada che ognuno percorre a modo suo e con le sue idee… qui sul blog io mi limito a riportare le mie esperienze, nella speranza che possa essere d’aiuto anche ad altri colleghi.

      Personalmente ho sperimentato (e continuo a sperimentare) tutte le soluzioni possibili, dai pedali vintage realizzati personalmente a mano, alle pedaliere digitali di ultima generazione… si possono ottenere ottime cose in entrambe i casi, dipende molto dal proprio modo di rapportarsi con questi strumenti: gli stompboxes sono molto più immediati e offrono un sound subito buono, i sistemi digitali spesso richiedono molto più tempo per la messa a punto… ma possono regalare (come nel caso della M13 – che posseggo) sound ugualmente esaltanti.

      Sono strade differenti, che posso portare alla stessa meta… dipende molto anche da quale preferisci percorrere tu.

      • Ciao Giampaolo,
        chiedo appunto consiglio a chi ha più esperienza di me e che con il tempo è riuscito a provare sia una strada che l’altra scoprendo pregi e difetti. Siccome non sò che strada intreprendere non sapendo i vantaggi e gli svantaggi, non vorrei commettere una errore prendendo quella apparentemente più semplice e poi non ottenere i risultati sperati.
        Ciao e grazie,
        Silvano

  5. Ciao a tutti mi tocca intervenire dopo che nel corso di un anno ho acquistato per ben tre
    n. 3 volte il pedale direttamente da Butler negli Usa e per ben n. 3 volte l’ho rivenduto…..
    perche’????? NON SUONA AFFATTO come il Chandler degli anni 90 che sono riuscito
    a trovare, quali differenze? Il chandler suona MOLTO piu’ caldo e rotondo del nuovo
    che ho trovato (anche variando una infinita’ di valvole anche NOS) molto piu’ acido
    e freddo abbinato alla mia Fender custom shop relic David Gilmour attaccata ovviamente
    all’Hiwatt DG custom.
    Il Chandler, quello che ho io almeno NON FA? il benche’ minimo rumore, forse perche’ il suo alimentatore e’ esterno, gli ho montato una valvola di pre russa del 1978 e vi assicuro
    che suona davvero alla grande, ho una band tributo Pink ed alla fine della serata sono molti gli appassionati che mi chiedono cosa adoperassi sul secondo solo di Shine on….
    ovviamente e’ una mia personalissima opinione, ma anche io sono circa 10 anni (ne ho 55
    compiuti) che sto’ cercando di avvicinarmi (MANI PERMETTENDO) al suono del ns. mitico
    David, allora consiglio all’amico Silvano di capire prima di tutto cosa vuole ottenere,
    poi oggi ci sono una infinita’ di scelte che ci possono soddisfare senza spendere una cifra
    esagerata come ho fatto io, ci sono ottime emulazioni tipo Line 6, ci sono cloni della Black strat (che mi ripeto NON SUONANO ASSOLUTAMENTE come la Fender del Custom Shop, ho avuto modo di paragonarne diverse di amici che poi alcuni di loro hanno sostituito con la riedizione citata) pero’ partire con i P90 e’ senz’altro buona cosa,
    anziche’ il DEVILLE ( lo suona il chitarrista ritmico del mio gruppo) opterei per un BASSMAN
    lo potete sentire dal vivo su you tube se volete abbinato ad una strato Custom Shop California Beach quando 4/5 anni fa’ suonammo a Roma (vedi slm442 ) pero’ sempre considerando che e’ un piacevole Hobby e’ una situazione di ricerca quasi infinita.

    • Ciao a tutti e intanto grazie a Sergio per avermi dedicato del tempo, ho appena iniziato ad avere delle soddisfazioni dalla chitarra proprio con la musica dei pink floyd e quindi per il momento vorrei approfondirla ed imparare alcune tecniche che magari mi serviranno anche per fare altro. Quindi vorrei dell’attrezzaura, si che mi permetta di suonare i pink, ma che sia versatile per poter suonare anche alto.
      Il deville l’ho preso in un momento di GAS senza sapere cosa volessi fare e cosa si potesse suonare con esso, e adesso me lo devo far piacere comunque… per il resto non vorrei commettere lo stesso errore!!!
      Ciao
      Silvano

  6. ciao ragazzi io ho un tube driver fatto da butler modello eric johnson e mi trovo bene e si sposa molto bene usandolo sopratutto con ampli marshall
    sinceramente ne vorrei un altro diverso da quello che ho ma vorrei capire se butler costruisce sempre lo stesso con circuitazione uguale oppure ogni volta che ne fa uno e’ diverso
    credo che quello di Gilmour sia costruito diversamente da quello di eric johnson
    oppure cambia solo il tipo di valvola
    su quello di Eric ha usato una yugo 12AX7A
    lo vorrei secondo le mie caratteristiche pero’ nn parlando inglese sara’ alquanto difficile
    spero di essere stato chiaro e aspetto ansioso un risposta da chi mi vuole dare delle delucidazioni saluti ENOLA67

  7. Salve potrei sapere dove acquistare il pedale nuovo? il Bk possibilmente in Italia

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Content Copy Blocking powered by http://jaspreetchahal.org