AGGIORNAMENTO PREZZI FENDER

Finalmente dopo lunga ed estenuante attesa mi hanno comunicato i nuovi prezzi dagli USA per le parti Fender che uso per assemblare la Red Strat Replica e la Black Strat Replica.
Come preannunciato c’e’ un aumento medio di circa il 10% sui prezzi.

Voglio cogliere l’occasione di questo articolo, per fare alcune considerazioni sulle Strat Replica che assemblo.

Come ho sottolineato diverse volte, per me questa è una passione e non un lavoro, quindi non ho un laboratorio o uno showroom da visitare e, ovviamente, non ho chitarre pronte assemblate da poter mostrare… sono solo un chitarrista, molto influenzato da Gilmour e dal suo Sound, che si è “costruito” da solo le sue Stratocaster Replica e che, visto il risultato ottenuto, fa la stessa cosa per qualche amico saltuariamente.
La realizzazione di una Replica, quindi, segue necessariamente il seguente iter: si definisce insieme quali materiale usare e si fa una stima dei costi (una stima perchè venendo dagli USA c’e’ la dogana e non sono in grado di dire in anticipo il costo definitivo), se il costo è ragionevole si ordinano i pezzi in USA anticipando il costo totale dei pezzi, una volta giunti in Italia (da me) i pezzi, procedo all’assemblaggio ed al setup, una volta pronta la chitarra si può ritirare di persona o con spedizione con corriere a carico di chi acquista.

Ovviamente non è come andare nel negozio, guardare la chitarra, provarla e poi scegliere se prenderla… magari pagando con carta di credito.
Ma questo è piuttosto scontato.

Perchè questa precisazione ?

Ho sentito la necessità di ripetere questa precisazione, perchè ho avuto molti contatti email nei quali mi venivano richieste maggiori informazioni sulle chitarre, sulle carattieristiche tecniche, sulle “garanzie”, sulle modalità di pagamento e su quelle di consegna…
…quasi come fossi un rivenditore ufficiale o un custom shop Fender.

Ovviamente non sono nulla di tutto questo: ho solo pensato di condividere con gli altri il frutto di parecchi anni di ricerca e sperimentazione… e visto che questa ricerca ha portato anche a risultati interessanti (chitarre, effetti, pedalboard) se posso, condivido questi risultati con chi vuole.

Detto questo, per chi fosse interessato, possiamo sentirci via email!

4 comments

  1. si stanno allineando alla crisi mondiale?

    • Giampaolo

      Ma guarda… effettivamente mi ha lasciato abbastanza basito questo aumento!

      E dire che già non parliamo di prezzi proprio “popolari” per i materiali e per le chitarre Fender… un aumento del 10% è veramente tanto.
      Tra l’altro anche sul listino generale 2009 (USA) si notano alcuni ritocchini in alto dei prezzi delle chitarre.

      Comunque visto che per ingegno noi Italiani non siamo secondi a nessuno… stò facendo dei riscontri e delle valutazione per vedere se c’e’ un’altra strada per ottenere lo stesso riusltato, con un minore costo…

  2. Buogiorno,
    Sto per acquistare una Fender USA Stratocaster sunburst dell’ ’84-85. Manico in acero, tremolo Floyd, pick ups EMG. Un po ammaccata dietro e sulla paletta.
    Mi chiedono mille euro.
    Ha un manico bellissimo e comodissimo.
    Premesso che io ho solo una Squier, una vera Fender sarebbe il mio sogno. Ma vorrei chiedere ad un esperto. Che cosa mi puoi dire in merito ?

    • Giampaolo

      Ovviamente bisogna premettere che su una chitarra si può dire di tutto ed il contrario di tutto… ma l’unico serio modo per valutarla è suonarla, provarla, ascoltarla.

      Detto questo… il prezzo forse mi sembra un pò altino.
      La stessa tipologia di chitarra (Stratocaster USA 1984) si trova sul mercato dell’usato con prezzi intorno ai 600-700 Euro.

      Ci vorrebbe il serial number per verificare intanto sei sia effettivamente una made in USA o una made in Japan.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Content Copy Blocking powered by http://jaspreetchahal.org